sabato 24 gennaio 2015

Cerottini per il naso Make Me Pure di Debby: il verdetto finale


Salve a tutte, splendori!
Perdonate la mia assenza, ma a causa di mille impegni è stato impossibile scrivere quanto avrei voluto.
Torno in sella recensendovi un prodotto che ha incuriosito molte di voi e che è da poco sul mercato: parlo dei cerottini per punti neri Make Me Pure lanciati da Debby.





Come forse alcune di voi sapranno, sono ossessionata dai punti neri sul naso. Non che io ne abbia tanti, ma diciamo che è la prima cosa che noto nel mio interlocutore e, mentre per una persona normale un punto nero  è così



ai miei occhi risulta qualcosa di simile: un calderone enorme con qualcosa di purulento/ solidificato dentro. Un ORRORE!



Ero entusiasta di aver trovato questi cerottini, poiché spesso quelli di  Essence non vengono riassortiti.



Essendone rimasta sprovvista, ho ben pensato che quelli Debby ( che credo di aver pagato non più di tre euro) sarebbero potuti essere una valida alternativa.
La confezione contiene  4 cerotti, impacchettati singolarmente.



Il prodotto ricorda moltissimo quello Essence: ha perfino lo stesso odore. La forma è leggermente diversa, più squadrata, ma ben di adatta alla forma del naso.


Il tempo di applicazione richiesto è inferiore rispetto a quello dei cerotti concorrenti ( 10 contro 15 minuti), ma il risultato finale è tutt’altro che simile.
Ho già parlato del super power dei cerotti Essence, documentandolo anche in foto.
Questi Debby, purtroppo, tirano via solo qualcosina ( così piccola da essere quasi invisibile in foto); un po’ come facevano quelli di Nivea.



A malincuore devo riconfermare che i cerottini Essence ( più difficili da trovare del Graal) detengono ancora la prima posizione del podio.
Chiudo l’articolo chiedendovi scusa per avervi sottoposto a immagini così crude.

Voto:6/10

Li ricomprerei? Solo se non trovassi quelli Essence e fossi in seria emergenza.


Vi auguro un buon sabato e tanto shopping!

Irene