domenica 23 febbraio 2014

Nivea: crema per lasagna domenicale?

   Bene donzelle,
poiché sto passando questa domenica sera bunkerata in casa, con il moccolo al naso, il respiratore in tasca e l’aspetto di maga magò, mi sembra opportuno impiegare il mio tempo scrivendo qualche review, visto che era una cosa che mi ero ripromessa di fare da quando i leggins di chiamavano fuseaux, ma a causa della sessione invernale di esami, non ho fatto.
   Questa recensione è tutta dedicata a due prodotti della linea Pure & Natural di Nivea (era ora che li facessero anche loro). Ho intenzione di scrivere qualcosina sulla maschera e sulla crema viso, in modo che possiate farvi due conticini prima di acquistarle, tenendo sempre conto che questa è la mia personalissima opinione e che, per esempio, un profumo che per me puzza di morte e distruzione e mi provoca un asma feroce, per qualcun altro potrebbe essere l’equivalente di una bomba feromonica, ma veniamo ai prodotti.



   La maschera Nivea è suddivisa in una confezione che permette due applicazioni, perché si sa che ciù is mejo che uan. Il prezzo non è eccessivamente elevato( se non ricordo male, si aggira intorno ai 2 euro). La consistenza è abbanza cremosa e il colore biancastro. Il profumo è tollerabile. Dopo essere rimasta sulla pelle per qualche minuto, deve essere rimossa con una velina. Devo ammettere che lascia la pelle abbastanza morbida e di certo la preferisco a quella al cocco di H&M, con la quale ho avuto una pessima esperienza. Ad essere sincera, il contenuto di una sola dose è sufficiente, almeno nel mio caso, per due applicazioni. Una volta sola ho provato a usarla tutta e sembrava avessi addosso uno strato di crema al burro e fossi pronta per essere ricoperta dalla pasta di zucchero. Renato, giù le mani:non sono una torta, ma una pulzella!

Voto: 7/10

   Vi lascio la foto dell' inci, per le più pignole.



   Il secondo prodotto, è la crema viso, sempre della stessa linea. Ho notato che in questo caso nivea ha proposto più soluzioni per i diversi tipi di pelle, ma devo ammettere che a una cosa non ha pensato, almeno a mio avviso: l’odore di quella che ho scelto io( pelli da normali a miste)!
   Per i primi secondi niente da dire, la crema ha un profumo piacevole,come quello della maschera, ma dopo, sebbene non possa negare che non abbia una buona funzione idratante, inizia ad avere una puzza abbastanza fastidiosa, che mi ricorda quella che si sente quando si entra in macelleria(cioè carne cruda e sangue).Potete immaginare la mia delusione. Fior Di Magnolia, brand esclusivo di Eurospin, ha fatto delle creme che, seppur non ad inci verde, hanno un profumo delizioso ,mentre Nivea che combina? Fa la crema a base di carne trita? DILUSIONE DI DILUDENDO!!!



   Avendo comprato la crema, devo riuscire a smaltirla, quindi la applico ( in piccole quantità, perché ho sempre timore che la pelle faccia i capricci, cosa che fino ad ora, con questo prodotto, non è mai successa) prima di andare a dormire, in modo da limitare i danni puzzolenti. Per i circa 5 euro del suo pezzo, Nivea poteva decisamente fare di meglio: l’odore è una cosa con cui non si può venire a patti. Ma vi immaginate se, mentre salutate il collega di lavoro figo, quello che aspettate vi chieda di uscire dal ’95, lui vi dà un morso alla guancia in preda ad un attacco di fame, affermando che gli odorate di hamburger?
  


   Facendo un bilancio tra i pro( prezzo non proibitivo e inci abbastanza accettabile) e i contro ( puzza terribile) non posso far altro se non dare a questo prodotto un 4/10. Impegnati Nivea, altrimenti ti farò passare l’estate a far corsi di recupero.
   Ho anche acquistato la crema mani. L’odore sembrava buono, ma… pensate ci sia il rischio che diventi il mio prossimo ingrediente per il brasato? Vi farò sapere.



Ditemi cosa ne pensate.

Peace,

Ms Irene Red


P.s. Mentre scrivevo alla tastiera, ho ucciso una zanzara con una mano sola, che figata! Dovevo condividerlo con qualcuno! =D

1 commento: