martedì 31 dicembre 2013

Gwyneth, ma statte zitta!

   Salve principesse, 
vi scrivo nel buio della mia stanza, come al solito in preda all’insonnia, per parlarvi di un prodotto che ho acquistato di recente e sto usando giusto ora: il fondotinta whipped creme di max factor.



   Questo fondotinta in mousse è stato un piccolo peccato: l’ho acquistato per l’offerta sul volantino di acqua&sapone, che mi permetteva di averlo a prezzo scontato e di avere anche una pochettina nera di vernice in omaggio.



   In realtà, avrei dovuto dare retta ai segnali che mi facevano capire che l’isoddisfazione sarebbe stata lì dietro l’angolo ad attendermi sorniona. Sapete perché? Primo: quelli che hanno fatto lo spot non si sforzano nemmeno di  pronunciare bene il nome del prodotto: uipped crèm è una cosa che, solo a sentirla, mi fa seccare gli ovuli. Secondo: la Paltrow non è molto attendibile come testimonial. Considerando che lei tiene i figli a dieta, impedendogli di mangiare carboidrati complessi e stando attenta anche quante volte al giorno fanno le puzze, dubito fortemente che l’attrice, nella vita di tutti giorni, si spalmi i siliconi in faccia. Terzo: (e questa cosa è stata triste, perché l’ho notata solo una volta arrivata a casa) il fondo in mousse puzza di DAS! Ve lo giuro: ha lo stesso identico odore! Questo mi fa pensare che dentro ci possa essere qualsiasi cosa, perfino le ceneri del nonno di Marilyn Manson.

   Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, il fondo si stende facilmente con le dita, lascia la pelle liscia e vellutata( cosa sicuramente causata dalla presenza di siliconi e paraffine varie…forse avrei fatto meglio a prendere la cera per pavimenti e a metterla in faccia, a questo punto), ma la coprenza del prodotto, ahimè, non può essere definita più che media. Unico punto a favore, è che, oltre a creare un fittizio effetto di pelle levigata, il colore si adatta molto bene al mio chiarissimo incarnato( io ho preso la tonalità più chiara), sebbene all’inizio avessi dei dubbi al riguardo.
   
  Se avete la pelle tendenzialmente grassa, vi consiglio di fissare il fondotinta con della cipria, altrimenti a metà giornata rischierete di sembrare un supplì che è appena uscito dalla friggitrice.

   Lo ricomprerei? No. Continuo a preferire, siliconi per siliconi, il max factor lasting performance, che costa anche meno.




 Voto:5

Voi avete avuto modo di provare nuovi fondotinta ultimamente? Cosa ne pensate?

Peace and happy new year!



Ms Irene Red

sabato 7 dicembre 2013

Se un bel capello vuoi avere, questo post vieni a vedere!

Salve a tutte!
Questo è un articolo SOS. Lo scrivo perché sento spesissimo dire che dopo lo shatush, i capelli diventano qualcosa simile a hiroshima dopo la bomba. La cosa è così diffusa da essere menzionata anche in vignette simili.


(Immagine presa da qui )

Come forse alcune di voi ricorderanno, anche io ho fatto a fine agosto uno shatush( del colore bagliato, purtroppo, ma sempre shatush) e a breve ho intenzione di rifarlo.In questo lasso di tempo, ovviamente, il mio capello è un po’ cambiato, poiché è stato schiarito, ma devo ammettere che, curandolo un po’ di più rispetto al solito, non sono diventata una scopa di saggina spelacchiata.
Parlando con un’amica, mi ha convinta a condividere la lista di intrugli e pozioni magiche che mi spalmo sulla chioma, quindi ecco qui la lista: prendete carta e penna che si comincia.

IMPACCO PRE-SHAMPOO
È fondamentale per nutrire i capelli. Occorre lasciarlo in posa almeno un quarto d’ora e ce ne sono di tutti i tipi. I migliori, a mio avviso, sono quelli che potete fare da sole: semplici e con ingredienti facilmente reperibili. Alcuni esempi? Yoghurt, miele, olio di oliva…( qui ne potete trovare diversi).
Se non avete voglia di fare le streghette, del semplice olio (oliva, mandorle, cocco) va più che bene(magari attenetevi a ingredienti canonici).



SHAMPOO
Sebbene il silicone faccia sembrare il capello perfetto, in realtà sono preferibili soluzioni meno aggressive e non necessariamente costose. Un esempio economico? Questi shampoo di Ultra dolce Garnier.




BALSAMO
Anche il balsamo è NECESSARIO per non rendere stopposo il capello shatushato. Anche in questo caso opto per una soluzione non aggressiva, scegliendo i balsami di splend’or(con cui volendo si possono anche fare degli impacchi). Il mio preferito, inutile ormai dirlo, è quello al cocco, ma adesso la splend'r offre una scelta è davvero ampia!



MASCHERA
Dopo il balsamo, è buona norma coccolare i nostri capelli con una maschera. Solitamente uso quelle Omia, la scelta è molto vasta e potete orientarvi in base al vostro tipo di capello o al risultato che volete ottenere. Altra alternativa è l’impacco biologico fortificante de “I provenzali”. A me piace particolarmente per il suo profumo che mi ricorda i canditi J




ASCIUGATURA
Se possibile, evito di usare piastre e arriccia capelli, optando per una asciugatura naturale e modellando i miei ricci con dei prodotti per lo styling, in modo da non stressare i miei capelli. Ricorro a grandi fonti di calore solo per le situazioni importanti.



STYLING
Qui ci si può sbizzarrire. Per quanto mi riguarda i prodotti che più uso sono: la crema reparatrice Retrò specific(con qualche silicone a fine inci), il gel aloe di equilibra, la crema modellante di Phytorelax. I loro prezzi non sono eccessivi, garantiscono buoni risultati e non stressano o ungono particolarmente la vostra chioma.





UNA MARCIA IN Più
Può capitare a volte di essere soggette a una certa caduta, soprattutto col cambio i stagione. Io ne ho avuta una abbastanza forte, causata da stress, cattive abitudini di asciugatura dei capelli(piastra ogni giorno) e tinture( prima ero tinta-dipendente). Come ho risolto? Ho fatto una cura( di qualche anno) a ogni cambio stagione utilizzando il pacchetto da trenta fiale ( con shampoo) di kerastase e applicando la fiala OGNI GIORNO. Questo è l’unico prodotto sopra i 10 euro all’interno di questo articolo, infatti il suo costo può variare dagli 87 ai 100 euro. Ve lo consiglio solo perché con me ha fatto miracoli. Ultimamente, invece delle fiale kerastase, sto utilizzando le fiale per capelli dei provenzali. Devo ancora finire di usarle,ma vi farò sapere se questa alternativa economica fa il suo dovere o meno.



E voi, signorine tinte, con meches e shatush, come vi prendete cura dei vostri capelli?


Peace

Ms Irene Red