mercoledì 24 aprile 2013

Olio per arrosto


Vi scrivo entusiasta di un prodotto che ho avuto modo di scoprire grazie a una di voi(un sentito grazie a Michela Morolli ).

Iniziamo dal principio.

Antefatto (uno): io ho una soglia del dolore abbastanza alta, soprattutto per quanto riguarda il dolore provocato dal calore(mi è infatti capitato spesso di prendere qualcosa di bollente senza rendermi subito conto che scottasse).

Antefatto (due): ultimamente, visto che le temperature sono meno rigide e il mio bagno, anche se dovesse far freddo, è dotato di uno scaldino effetto ”tropici”, ho preso l’abitudine di pettinarmi e truccarmi in biancheria intima e vestirmi sono poco prima di uscire.

Questi due presupposti erano necessari allo sviluppo della storia (quanto fa figa st’ espressione: il premio strega è già mio!).

Era un sabato sera come tanti, qui nel Salento: dopo una settimana di perfetta tramontana, ora fuori lo scirocco infestava l’aria come uno sciame d’api.
Unica soluzione, per  avere un aspetto minimamente decente, era costringere i miei capelli a disciplinarsi (a colpi di esorcismi ed acqua santa) in miagolosissimi boccoli neri, che perfettamente si sarebbero sposati col mio colorito burtoniano e il rossetto scarlatto.

Allorché, arrivata quasi alla fine dell’acconciatura ( stanca di aver tenuto sempre le braccia in alto) e distratta dall’ acuto della Aguilera nel suo ultimo singolo, le mie braccia si abbassano poggiando placidamente il ferro arroventato sulla pelle del mio decolté.

“Ahi!-penserete voi-Ma poco male: avrai subito tolto il braccio, avvertito il dolore!”
Invece no!
 Perchè?
 Rileggete il punto uno.
Come me ne sono accorta?
Ho guardato in basso e ho visto che il ferro era bello e posato lì sul mio davanzale, a riposarsi a suo discapito.
Vi risparmio la descrizione della bruciatura, ma vi dico solo che ricordava molto questo:



Un po’ preoccupata di rimaner con un segnaccio grande quanto una crocchetta di patate sul seno, ho cercato subito nel mobiletto del bagno fino a che non ho trovato lui(o meglio un suo campioncino, inviatomi, assieme ad altri campioncini, da Michela come regalo di natale):



E raggi di luce e cori angelici hanno rallegrato l’atmosfera.

Quest’olio completamente naturale,  fa di tutto un po’!
Dopo aver letto tutti i problemi che risolve, credo potrebbe essere messo a capo del governo, per sbrogliar un po’ di garbugli.
Ci tengo a parlarvi di questo prodotto, perché è bastato solo il campioncino(applicato per una settimana)per farmi sparire quasi del tutto la bruciatura.
Oggi l’ho preso in erboristeria dopo averlo ordinato e continuerò a usarlo fino a che non sparisce del tutto il segno dell’ustione.

Vi mostrerei gli effetti del prima e dopo, ma non credo sia una cosa molto appropriata.

Questo magnifico olio, il cui inci è completamente verde, è acquistabile da internet a questo indirizzo, oppure potete provare ad ordinarlo tramite la vostra erboristeria di fiducia(io l’ho pagato anche meno, cioè 19 euro e senza spese di spedizione).

Contiene vitamina E, olio di germe di grano e olio di jojoba golden; è adatto anche per i neonati a aiuta a contrastare: età, smagliature(meglio del bio oil, che contiene paraffina), ragadi, arrossamenti, eccesso di sebo, prurito da punture, etc.(ecco la scheda completa del prodotto)



Nemmeno il profumo è male, ma visti i risultati sulla mia bruciatura, anche puzzasse di pannolino di neonato, lo userei lo stesso.

Non son larga di voti, ma a questo prodotto non posso che dare 10!

Peace

(e mi dispiace se da ora, ogni volta che vedrete una bistecca, penserete alla mia disavventura),

Ms Irene Red.

domenica 21 aprile 2013

meglio dei coupon di pazzi per la spesa!

Ciao ragazze!

Vi scrivo per lasciarvi una comunicazione di servizio.

Innanzitutto, un grazie va a Beauty Lover FAN PAGE , grazie alla quale ho scoperto il brand KM Nail Manufacture (per la pag fb cliccate qui ).



Vi segnalo questa pagina, perché ha deciso di farsi conoscere tramite l'invio di samples alle sue possibili clienti.

Quale modo migliore per conoscere un'azienda se non testarne direttamente i prodotti?

Io ho fatto la richiesta per dei campioncini giusto ora, non vedo l'ora di provarli e di recensirveli.

Non posso fare altro che invitarvi a mettere un like alla pagina Fb e a tentare, visto che, come si sa, non costa nulla!(Senza contare che le cose, quando son gratis, son più belle!-o almeno per me-).

Vi terrò aggiornate su quello che succederà nei prossimi giorni coi samples, baci!

Peace

Ms Irene Red