martedì 31 dicembre 2013

Gwyneth, ma statte zitta!

   Salve principesse, 
vi scrivo nel buio della mia stanza, come al solito in preda all’insonnia, per parlarvi di un prodotto che ho acquistato di recente e sto usando giusto ora: il fondotinta whipped creme di max factor.



   Questo fondotinta in mousse è stato un piccolo peccato: l’ho acquistato per l’offerta sul volantino di acqua&sapone, che mi permetteva di averlo a prezzo scontato e di avere anche una pochettina nera di vernice in omaggio.



   In realtà, avrei dovuto dare retta ai segnali che mi facevano capire che l’isoddisfazione sarebbe stata lì dietro l’angolo ad attendermi sorniona. Sapete perché? Primo: quelli che hanno fatto lo spot non si sforzano nemmeno di  pronunciare bene il nome del prodotto: uipped crèm è una cosa che, solo a sentirla, mi fa seccare gli ovuli. Secondo: la Paltrow non è molto attendibile come testimonial. Considerando che lei tiene i figli a dieta, impedendogli di mangiare carboidrati complessi e stando attenta anche quante volte al giorno fanno le puzze, dubito fortemente che l’attrice, nella vita di tutti giorni, si spalmi i siliconi in faccia. Terzo: (e questa cosa è stata triste, perché l’ho notata solo una volta arrivata a casa) il fondo in mousse puzza di DAS! Ve lo giuro: ha lo stesso identico odore! Questo mi fa pensare che dentro ci possa essere qualsiasi cosa, perfino le ceneri del nonno di Marilyn Manson.

   Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, il fondo si stende facilmente con le dita, lascia la pelle liscia e vellutata( cosa sicuramente causata dalla presenza di siliconi e paraffine varie…forse avrei fatto meglio a prendere la cera per pavimenti e a metterla in faccia, a questo punto), ma la coprenza del prodotto, ahimè, non può essere definita più che media. Unico punto a favore, è che, oltre a creare un fittizio effetto di pelle levigata, il colore si adatta molto bene al mio chiarissimo incarnato( io ho preso la tonalità più chiara), sebbene all’inizio avessi dei dubbi al riguardo.
   
  Se avete la pelle tendenzialmente grassa, vi consiglio di fissare il fondotinta con della cipria, altrimenti a metà giornata rischierete di sembrare un supplì che è appena uscito dalla friggitrice.

   Lo ricomprerei? No. Continuo a preferire, siliconi per siliconi, il max factor lasting performance, che costa anche meno.




 Voto:5

Voi avete avuto modo di provare nuovi fondotinta ultimamente? Cosa ne pensate?

Peace and happy new year!



Ms Irene Red

sabato 7 dicembre 2013

Se un bel capello vuoi avere, questo post vieni a vedere!

Salve a tutte!
Questo è un articolo SOS. Lo scrivo perché sento spesissimo dire che dopo lo shatush, i capelli diventano qualcosa simile a hiroshima dopo la bomba. La cosa è così diffusa da essere menzionata anche in vignette simili.


(Immagine presa da qui )

Come forse alcune di voi ricorderanno, anche io ho fatto a fine agosto uno shatush( del colore bagliato, purtroppo, ma sempre shatush) e a breve ho intenzione di rifarlo.In questo lasso di tempo, ovviamente, il mio capello è un po’ cambiato, poiché è stato schiarito, ma devo ammettere che, curandolo un po’ di più rispetto al solito, non sono diventata una scopa di saggina spelacchiata.
Parlando con un’amica, mi ha convinta a condividere la lista di intrugli e pozioni magiche che mi spalmo sulla chioma, quindi ecco qui la lista: prendete carta e penna che si comincia.

IMPACCO PRE-SHAMPOO
È fondamentale per nutrire i capelli. Occorre lasciarlo in posa almeno un quarto d’ora e ce ne sono di tutti i tipi. I migliori, a mio avviso, sono quelli che potete fare da sole: semplici e con ingredienti facilmente reperibili. Alcuni esempi? Yoghurt, miele, olio di oliva…( qui ne potete trovare diversi).
Se non avete voglia di fare le streghette, del semplice olio (oliva, mandorle, cocco) va più che bene(magari attenetevi a ingredienti canonici).



SHAMPOO
Sebbene il silicone faccia sembrare il capello perfetto, in realtà sono preferibili soluzioni meno aggressive e non necessariamente costose. Un esempio economico? Questi shampoo di Ultra dolce Garnier.




BALSAMO
Anche il balsamo è NECESSARIO per non rendere stopposo il capello shatushato. Anche in questo caso opto per una soluzione non aggressiva, scegliendo i balsami di splend’or(con cui volendo si possono anche fare degli impacchi). Il mio preferito, inutile ormai dirlo, è quello al cocco, ma adesso la splend'r offre una scelta è davvero ampia!



MASCHERA
Dopo il balsamo, è buona norma coccolare i nostri capelli con una maschera. Solitamente uso quelle Omia, la scelta è molto vasta e potete orientarvi in base al vostro tipo di capello o al risultato che volete ottenere. Altra alternativa è l’impacco biologico fortificante de “I provenzali”. A me piace particolarmente per il suo profumo che mi ricorda i canditi J




ASCIUGATURA
Se possibile, evito di usare piastre e arriccia capelli, optando per una asciugatura naturale e modellando i miei ricci con dei prodotti per lo styling, in modo da non stressare i miei capelli. Ricorro a grandi fonti di calore solo per le situazioni importanti.



STYLING
Qui ci si può sbizzarrire. Per quanto mi riguarda i prodotti che più uso sono: la crema reparatrice Retrò specific(con qualche silicone a fine inci), il gel aloe di equilibra, la crema modellante di Phytorelax. I loro prezzi non sono eccessivi, garantiscono buoni risultati e non stressano o ungono particolarmente la vostra chioma.





UNA MARCIA IN Più
Può capitare a volte di essere soggette a una certa caduta, soprattutto col cambio i stagione. Io ne ho avuta una abbastanza forte, causata da stress, cattive abitudini di asciugatura dei capelli(piastra ogni giorno) e tinture( prima ero tinta-dipendente). Come ho risolto? Ho fatto una cura( di qualche anno) a ogni cambio stagione utilizzando il pacchetto da trenta fiale ( con shampoo) di kerastase e applicando la fiala OGNI GIORNO. Questo è l’unico prodotto sopra i 10 euro all’interno di questo articolo, infatti il suo costo può variare dagli 87 ai 100 euro. Ve lo consiglio solo perché con me ha fatto miracoli. Ultimamente, invece delle fiale kerastase, sto utilizzando le fiale per capelli dei provenzali. Devo ancora finire di usarle,ma vi farò sapere se questa alternativa economica fa il suo dovere o meno.



E voi, signorine tinte, con meches e shatush, come vi prendete cura dei vostri capelli?


Peace

Ms Irene Red

domenica 17 novembre 2013

COCCOla o caccola?

Ecco la review promessa ieri sera.
Domanda: cosa si fa quando da h&m non si trova nessun vestito in saldo, nessun accessorio che piaccia e nessuna scarpa comoda? Ci si butta sul trucco per non uscire da lì a mani vuote (che sarebbe brutto come rinunciare al dolce del pranzo domenicale). Tutto va bene, anche una sciocchezzina da 1.95 euro, tanto per avere un pacchettino in mano all'uscita dal negozio.

Questo è quel che ho fatto io. Avendo visto vari sacchettini di maschere monodose, ho pensato che comprarne uno sarebbe stato un affarone, ma non uno qualsiasi: uno al COCCO, ossia la mia fragranza preferita, quel dolcissimo ed esotico profumo che meglio di qualsiasi altro mi fa sentire coccolata.
Considerata la frequenza con cui le ragazze comprano le maschere da h&m, ho dato per scontato che il prodotto fosse un ok (e poi, diciamocelo: non è facilissimo trovare prodotti al cocco, che profumino davvero di cocco).



Ieri sera, quindi, l’ho finalmente provato. Ho aperto la bustina e… prima grandissima delusione: di cocco lì c’era solo la foto! La puzza di chimico era così forte che mi sembrava di essermi spalmato in faccia il contenuto di una betoniera!
Mi sono illusa che magari dopo averla applicata, l’odore potesse magicamente cambiare, ma nulla: quella puzza schifosa non andava via! Ero sicura che non avrebbe dato problemi alla mia pelle visto che avevo fatto la prova allergica sul braccio, ma…dopo 10 minuti ho iniziato a sentire del fastidio che mi ha fatto decidere di rimuovere completamente la maschera per paura che, lasciandola ancora, sarei diventata così



Dopo averla rimossa, la mia pelle era identica a prima, eccetto per il fatto che era arrossata.
Cosa è cambiato? È cambiato che ho un euro e 95 cent in meno.
Voi avete avuto esperienza positiva con altre (o questa) maschera h&m?

Voto: non posso che darle 0.


Ms Irene Red

sabato 2 novembre 2013

Eye care: aggiornamento sulle mie avventure per il contorno occhi

Salve, splendori!
Questo è un articolo lampo(”Menomale! -direte voi- questa ogni volta ci scassa con dei testi argomentativi!”) su un prodotto che ho acquistato qualche tempo fa da Douglas.
Sempre alla ricerca di un contorno occhi che mi trasformi da maga magò in adriana lima, mi sono imbattuta in questa cremina (il cui marchio è Carelove) in offerta a circa 5 euro.



L’inci non è bio (ma non avrei nemmeno speso 10 euro e passa per il contorno occhi Bionova, che per quanto valido, non fa miracoli, quindi tra un non miracolo da 10 euro e un non miracolo da 5, preferisco il secondo),ma non contiene né plutonio, né uranio impoverito, quindi ho pensato potesse andar bene, come prodotto da testare.
Il prodotto si presenta sotto forma di tubetto e contiene una cremina lattescente-con acido ialuronico(?)- facilmente spalmabile e velocemente assorbibile dalla pelle. L’odore ricorda leggermente quello del grano (avete presente il contorno occhi Iseree di Lidl? Ecco. Su quel genere, ma con un odore meno forte)

Come ho sempre detto in precedenza, se avete gli occhi con le rughe a fisarmonica, che vi si srotolano come una cartuccera quando sbattete le palpebre, non c’è nulla che si possa fare(anche Madonna, senza Photoshop, mostra i suoi anni, quindi relax and smile!), ma devo ammettere che un leggero tiraggio e un minimo riempimento è avvertibile( magari era una reazione allergica alle graminacee! =D)



Per le più scrupolose,  qui c'è una foto con l’inci del contorno occhi



Considerato il rapporto qualità prezzo, il prodotto non è male.
L’unico motivo per cui , una volta terminato, non lo ricomprerei è perché ,quando si tratta di contorni occhi, mi piace provare sempre cose nuove.

Credo però che il prodotto meriti almeno un 7.

Detto questo(anzi, scritto questo), vi lascio al vostro sabato di shopping.

Peace


Ms Irene Red

lunedì 28 ottobre 2013

Acquisti stelle e strisce

Salve a tutte, mie piccole tesoruccie makeuppose!

So che ho tanto da scrivere sul viaggio negli States (pensavo anche di fare un articolo dedicato alle furberie per vedere tutto-o quasi- senza far piangere il vostro portafogli), per cui ho deciso di iniziare con qualcosa di soft: i miei acquisti stelle e strisce.

Innanzitutto vi deludo da subito, dicendovi che non ho comprato vestiti.
Questo per due motivi: primo perché non avevo avuto di modo di controllare su internet gli articoli che mi piacevano per ogni negozio in cui volevo entrare (avrei quindi sprecato intere ore per ogni posto-povero Signor Red!-) e secondo perché, come quasi sempre mi capita, ho affrontato il viaggio in pieno ciclo, con pancia gonfia e latteria annessa, per cui odiavo qualsiasi cosa mi infilassi( senza poi contare che io soffro della maledizione da acquisto mestruato: se compro una cosa col ciclo, a mestruazioni finite mi rendo conto di aver comprato una cagata pazzesca, che finisco per non mettere mai); quindi ho lasciato da Century 21 un vestito stupendo e di questo mi pentirò per tutta la vita L

Veniamo ora alle cose che invece ho comprato!

La cara umidità, che pensavo di aver lasciato in Puglia, era lì bella pronta ad aspettarmi a New York e, dopo aver passato un giorno così



ho deciso di correre ai ripari acquistando degli oli per capelli, in modo da disciplinarli. Vi farà forse sorridere sapere che tutti i prodotti per capelli sono stati acquistati nel reparto “capelli afro” e che,la mia lanugine ingestibile, mi ha reso molto simpatica alla Aretha Franklin che era in cassa, che speravo, tra una chiacchiera e l’altra, mi sparasse un acuto in stile “Deeper Love”(circa 3.49 dollari- duane reade)




Sempre per i capelli, ho preso questo carinissimo pettinino viola, che avevo visto anni fa in un video della bonissima Makeup Delight e che devo dire ha ridotto notevolmente il numero di capelli che, dopo ogni shampoo, regalo al water.La cosa figa è che i prodotti di bellezza, in America, costano meno rispetto all'Italia(ad averlo saputo, la spazzola di Mercier l’avrei  presa lì). Il prezzo è stato di 4.99 dollari (sempre duane reade)



Poi, presa dalla frenesia dello styling (e visto che il mio fighissimo asciugacapelli in albergo non funzionava per via del wattaggio), ho deciso di comprare un super arriccia capelli di Revlon (21 dollari-Walgreens)per poter finalmente accantonare l’identificativo di “ quella con la scopetta in testa” , che mi stava rendendo popolare in albergo. Qui potrei aver fatto una mezza cazzata, perché oltre a dover cambiare lo spinotto(cosa di cui ero a conoscenza, forse dovrò anche comprare un adattatore di potenza per evitare che mi si arrostisca in mano mentre lo sto usando(quindi raccogliamoci in preghiera e speriamo che la soluzione funzioni!vi farò sapere!)



Per quanto riguarda il makeup in senso stretto, non potevo farmi assolutamente sfuggire il dupe di mac fatto da wet n wild (con le cui foto  vi sfracello  le palle da qualche tempo) per il modico prezzo di 2.49 dollari (dollhouse pink-duane reade)e un altro rossetto color vino(wine red) sempre di wnw, che ho pagato MENO DI UN DOLLARO!(walgreens)Entrambi scriventissimi e già entrati nel mio cuore =)




Ad aumentare la lista degli acquisti felici, è bene ricordare le jumbo matite bianche di nyx(ne ho prese due). Sono così famose che anche il mio cane ne ha una: la volevo anche io!(4.49 dollari da penn crest)



Ed inoltre due smalti carinissimi, ma che ti fanno bestemmiare in aramaico mentre li stai togliendo, firmati forever 21(2.80 dollari l’uno)




Senza dimenticare che, visto il clima schifoso, ho pensato alle mie labbra prendendo il famoso burro cacao di eos(summer fruit, 4.49 dollari- duane reade), un burro cacao naturale, di un brand sconosciuto, ma mooolto economico(3.99 dollari da duane reade) e con un sapore un po’ amaro, e poi, quello che preferisco fra tutti: uno stick di puro burro di cacao a 1.99 dollari (duane reade,ma ormai che ve lo dico a fare? =D)






Inoltre, vista la mia ossessione per il perfetto pennello a penna, ho ben pensato di acquistare questo carinissimo set (6.99 dollari da duane reade)che, per quanto ho potuto constatare fino ad ora, fa il suo lavoro.



Acquisto davvero puccioso è stato questo super cuscinotto da viaggio: dormi comunque con la bocca aperta e sbavi, ma almeno lo fai con stile :D (10 dollari circa)



Questa fighissima tazza/termos per il caffè americano(la mia nuova droga), pagato da 7 eleven solo 1.99 dollari, contro i 17 dei negozi di souvenir



Un anello preso nel mercatino di wallstreet  che con mia grande delusione, mi ha fatto il dito verde. Però, per un dollaro( o due), non potevo pagare lenticchia e sperare in salsiccia!Pazienza: è comunque carino



Degli occhiali da sole con lente a specchio(regalo della mia dolce metà)




E, direttamente da Chinatown, una cremina per combattere i dolori muscolari,ma che allo stesso tempo libera il naso, i tubi e credo liberi anche dai parcheggiatori abusivi, i chili di troppo e i lunedì mattina(1.48 dollari)



So che questo articolo è stato una vera e propria enumerazione poco divertente, ma ehi!Per ridere avreste dovuto vedere i miei capelli!

Peace

Ms Irene Red (Quella con la scopetta in testa)



domenica 6 ottobre 2013

Makeup per donne irrimediabilmente pigre

A settembre, iniziando la specialistica, mi sono fatta una promessa: ”Non permettere alla tua pigrizia di prendere il sopravvento: non andare a lezione come la reduce di un cataclisma, ma abbi almeno la decenza di coprire i segni di pneumatico che ti decorano il contorno occhi!”(e detto da una che ha appena riusato un fazzoletto, perché non le andava di alzarsi a prendere il pacco e, vicino all’alimentatore del pc, col caldo, il fazzoletto si è asciugato, vi fa capire che promessa ardua da mantenere sia per me).
Più facile a dirsi che a farsi. Questo per molteplici ragioni: la prima è che la mattina preferirei dare via un rene, piuttosto che svegliarmi 15 minuti prima per truccarmi; la seconda è che quando il raffreddore ti tappa bocca, naso e orecchie, l’ultima cosa che hai voglia di tapparti sono i pori della pelle; la terza è che la sveglia presto comporta un inevitabile stropicciamento di occhi verso metà mattina, il che vi farà sembrare, se siete un po’ truccate, lui



Serviva quindi qualcosa di veloce, facile e soprattutto che si può fare mentre con una mano mangi una merendina e con l’altra ti chiudi lo stivale per andare a lezione; tanto più che tu, che sei ormai alla specialistica, stanca da anni esami e soprusi universitari, sei così



mentre la matricola media va a lezione così



e questo, non so voi, mi fa sentire un po’ sfigatella, soprattutto perché i vestiti che loro usano per l’università, io li uso per uscire, mentre relego a quella funzione capi praticamente anti-sesso.
Considerato quindi che, andando a lezione alle otto di mattina, la figaggine non è di certo il mio primo pensiero, vi propongo un make up di davvero pochissimi minuti, che vi premetterà di non sembrare la versione racchia di Samara.



Un correttore con un po’ di illuminante( rimmel match perfection-circa 5 euro), applicato nelle zone problematiche e sfumato con uno stippling brush(elf-circa 4 euro), renderà il vostro incarnato omogeneo superipervelocemente. Definire le sopracciglia (matita per sopracciglia essence) e usare un mascara volumizzante( essence I love extreme), renderà l’occhio più flirty, senza mettervi in croce su quale ombretto o eyeliner usare ogni mattina. Infine, il tocco di classe, è un leggero contouring con un po’ di terra abbronzante (desert bronzing powder pupa n.05)per definire gli zigomi e sembrare in salute(io sono pallidissima, mi ci vuole).
Risultato finale? Questo.



Avrete risparmiato tempo e potrete uscire da casa con un viso curato grazie a un trucco dall’effetto molto naturale.
Ehi,tu! Sei una matricola super figa? Tieni comunque a mente il mio articolo, che tra qualche anno ti tornerà utile!

Peace


MsIreneRed

giovedì 15 agosto 2013

Il Merduki

Salve, fanciulle!

Come mio solito, da buona creatura della notte, vi scrivo dopo la mezza.
Questa volta vorrei parlare con voi di una mia disavventura makeupposa: la ricerca del sacro gr..(no!)kabuki.



Bisognosissima di un kabuki per il fondotinta minerale, avevo deciso, quasi un annetto fa, di ordinare quello della linea minerale di elf.
La prima impressione non è stata pessima: non era affatto duro e le recensioni trovate sul web non erano negative.

Il fattaccio è avvenuto usandolo da bagnato: questa merdaccia di pennello mi ha riempito così tanto il viso di peli, da consentirmi di lavorare al circo come donna barbuta! Capisco che , ora come ora, ci sia crisi e non si dovrebbe andar  troppo per il sottile, ma direi che quel lavoro non faccia proprio per me!

Oltre a perdere setole più velocemente di quanto le tizie di geordie shore perdano le mutande(se non sapete chi siano, vi lascio una foto per capire meglio ), quel maledetto pennello, durante ogni lavaggio, mi colora il lavandino di un bel rosso lampone, così, giusto per farmi capire che aborto  makeupposo sia.



Pensate sia sufficiente?
No siòre e siòri! La disgrazia non finisce qui: quello strumento di satana, più si lava e più puzza!
Non so per quale arcano motivo succeda, ma è così!
 Ho provato tutti i detergenti delicati che ho trovato, ma la puzza di quelle setole oscilla dal minestrone(se siete fortunate) alla LATRINA!

Semmai avrò delle figlie capricciose, non racconterò loro dell’uomo nero che, se non fanno le brave, verrà a rapirle, ma parlerò del malefico Pennello-Latrina, alias Merduki!

Voto:2 (non zero, perché è ferragosto per tutti, anche per lui)

Baci e buona giornata di mare!

Peace

Ms Irene Red

Ps.A proposito di uomo nero...ma voi ci avevate mai pensato che l’uomo nero che usavano per farvi mangiare la minestra, poteva essere anche così? =D



Giusto per farvi presente che una situazione non è sempre così brutta come la si dipinge!




sabato 13 luglio 2013

Tag: La mia estate

Salve a tutte!

Non vedevo l'ora di riscrivere sul blog, ma per un motivo o per un altro, non mi era mai possibile.
Questa volta me ne dà l'opportunità un carinissimo tag proposto da Fashionedda che, tramite una serie di foto, permette di mostrare, a chi ci legge, quelli che sono i must have della nostra estate; quelli senza i quali andiamo in iperventilazione e non usciamo di casa( no,tranquille...non ci metto l'inalatore per l'asma, purtroppo quello è un must have che dura tutto l'anno!).

Ecco la carinissima immagine dell'iniziativa:
Inizio quindi con la mia personale sfilza di foto e vignette.

1.Un lipstick al quale non posso rinunciare... in realtà non è proprio un lipstick: sono le bio matite di neve.
Le adoro perché sono opache e permettono un'applicazione precisissima e hanno inoltre una buona durata



2.Per lo smalto è un po' complicata la scelta, visto che ultimamente ne cambio uno a settimana sulle unghie di mani e piedi. Ma credo che uno che sceglierò quello di Kiko num. 314


Mentre, per una serata che richiede più charme, opterei di certo per il Gellike shinetech di Deborah Milano numero 02( guarda caso quello che metterò il giorno del mio compleanno)


3.Un blush...ah! La mia droga!Sceglierne uno è davvero IMPOSSIBILE per me! Posso solo dire che quelli che particolarmente adoro (e son perfetti per l'estate) son quelli pescati, come ad esempio quello di Essence (adorable 10)- inci niente male,tra l'altro-.


Ve ne inserirei altri 10, ma così il post non avrebbe poi molto senso :(

4.Un solare. Certo...ad andarci, al mare!
In effetti  ne ho comprati due, ma quello con cui mi sposerei e farei dei figli, per quanto profuma, è questo (che ho preso mini size perché costicchia)




Ho quello protezione 15 e, la figata sono proprio i "nastri di seta" perché rendono la crema bicolor e mi diverto a spalmarmela addosso come una bimba.

P.s.Ho inoltre preso un olio abbronzante al cocco, giusto perché sono dipendente da quel profumo!

5. Un accessorio? Gli orecchini! Ne compro e ne costruisco a bizzeffe! Li adoro! quando mi preparo, mi basta dare un'occhiatina alla mia bacheca e sceglierne un paio


6. Un profumo che adoro è senza dubbio quello di John Galliano, non mi sono mai sentita tanto a mio agio con una fragranza addosso: lo sento mio

7.I Fiori per capelli, mi hanno salvato l'acconciatura in più di un'occasione.Lo scirocco pugliese è indescrivibilmente bastardo, quindi occorre correre ai ripari e questi magici alleati mi permettono di sembrare un essere umano minimamente decente, anche nelle serate col 99%  di umidità nell'aria.
Ecco qualche esemplare:


8.Altro alleato miracoloso contro l'umidità è questo prodotto in crema per capelli.Si chiama Retrò.Specific Repair System Silk Cream. Me lo ha regalato mia cognata lo scorso compleanno e lo adoro!Non unge e non appesantisce.Lo applico sulle lunghezze e i miei capelli lo adorano.


9.Un prodotto senza il quale letteralmente impazzirei è questo:

Lo usa praticamente per tutto: come doposole lenitivo, come crema viso, per far sparire i brufoli e anche per lo styling della mia chioma ribelle.Non ha il migliore degli odori, ma ci si abitua, visto quanto è buono!

10.ultimi,ma non per importanza, i vestiti!D'estate non rinuncio mai a un bel vestito per uscire la sera, da abbinare ovviamente con un taccazzo che mi permetta di guardare il mio ragazzo QUASI dritto negli occhi.
Non vi posto foto,altrimenti tra scarpe e vestiti, non finiremmo più!=D

E voi? Quali must estivi avete? Fatemelo sapere!

Peace!
Ms Irene Red