domenica 26 agosto 2012

Colossal review, legghino siòri!


Vista la portata etica del compito che mi è stato affidato, ho deciso di accantonare i tanto odiati libri per scrivervi una review sul pluri pubblicizzato fondotinta ad alta coprenza di neve cosmetics.



Innanzi tutto premetto che questo è il mio primo fondo minerale, quindi i miei termini di paragone con gli altri minerali neve, quanto a coprenza, sono inesistenti.
Avevo deciso di fare l’ordine, forte di una promozione sulle spese di spedizione, che poi tra l’altro non mi è nemmeno stata applicata, quindi ho pagato il fondo a prezzo pieno(per cui spero mi duri da qui alla seconda laurea).

Il colore che ho scelto è il light neutral, proprio perché avevo paura di sbagliare; quindi ho optato per una soluzione che non era né carne né pesce, quanto a colore di sottotono.



La confezione è molto carina: a casa ti arriva il fondo, un omaggino(nel mio caso un ombretto)e una serie di cartoline pubblicitarie pari al peso di un postalmarket.
La cartolina utile è stata quella che spiegava come applicare il fondo.



Ecco cosa dice neve in sintesi sulla cartolina:

Metodo classico, veloce e opacizzante: si preleva la polvere dal coperchio ruotando il kabuki e si applica sul viso con movimenti circolari

Metodo liquido, coprentissimo (beh, mo…non  ca**re di fuori!):si segue il metodo classico, ma avendo bagnato il kabuki con un fissante o dell’acqua(e me lo chiedi pure? Certo che uso l’acqua! Ci mancherebbe pure che mi compro anche il fissante!)

Metodo cremoso, idratante e confortevole(confortevole? E che è? Un divano?): si mescola la polvere con la crema idratante(visto che ci siete comprate una crema idratante con un inci decente, altrimenti è inutile comprare un fondo vegan)

Correttore: si applica il fondo direttamente sul difetto con un pennellino piccolo

Cipria: prelevare la cipria e poi il fondo con lo stesso pennello (creando così lo strato fondo-cipria-fondo)


Io ho usato il metodo liquido, poi ho usato il fondo come correttore e successivamente anche come finish dopo la cipria.

Devo ammettere che il risultato è lo stesso di quando mi trucco normalmente con il fondotinta max factor smooth effect.

Avrei da ridire sull’aggettivo coprentissimo: non vi aspettate la coprenza di uno stick, o rimarrete deluse, ma è comunque di una coprenza tale da consentirvi di uscire di casa senza sentirvi in imbarazzo.


Ma ora veniamo alla strage: l’applicazione!
Ho applicato il fondo con il kabuki e lì la tragedia: kabuki  che non mi avevano mai dato problemi hanno iniziato a perdere CIUFFI di pelo, facendomi sembrare il nonno di Heidi, a fine applicazione del fondo,anzi sembravo proprio lui



Eppure uno lo avevo preso in profumeria,mentre l’altro era quello minerale elf, che in parecchie consigliavano su internet.

Qualcosa mi dice che dovrò mettere i soldini da parte e comprarne uno  neve. Voi ne avete uno? Come vi siete trovate? Avete kabuki che non tendono alla calvizie?
Fatemelo sapere!!

Ps ecco anche le foto dell’omaggino: un ombretto che ho usato per fare questo make up e devo dire che non è niente male, principalmente perché era gratis =D






Peace

Ms Irene

sabato 25 agosto 2012

Sopracciglia: come trasformarsi da Elio a Marilyn in poche semplici mosse


Non so voi, ma per me una cosa in grado di rovinare drasticamente la fisionomia di un viso è la forma sbagliata di sopracciglia. E lo dico ora che sono una ex “sopracciglia a scomparsa”.

C’è poco da fare: le sopracciglia danno espressività e carattere, quindi è il caso di capire quali siano quelle che stanno meglio con il nostro viso per evitare di andare in giro così



O così



Si, lo so, pubblico sempre foto che mettono a dura prova la vostra resistenza neurologica, ma lo faccio per il vostro bene: un anno con me e sarete pronte a sopportare anche una catastrofe naturale.

Il primo step per delle belle sopracciglia è molto semplice.

Basteranno un po’ di carta igienica, delle forbici dalla punta arrotondata…Sto scherzando =)

Mettetevi davanti a uno specchio e osservatevi.

Prendete un bastoncino, un pennello, quel che vi pare, purché abbia una forma lanceolata e seguite i tips di questa immagine.



Mettete il bastoncino sul lato esterno del naso; il punto in cui esso tocca le sopracciglia sarà il punto esatto di inizio dell’arco sopraccigliare.


In seguito, tenendo sempre il bastoncino poggiato sul lato esterno della narice, spostatelo  in corrispondenza della fine dell'iride dell’occhio. Il punto in cui il bastoncino poggia sull'arco, sarà il punto massimo di estensione dell’arco(il punto più alto, per capirci).


Infine, sempre con il bastoncino poggiato all’esterno della narice(se lo mettete all’interno potreste trovarci sorpresine :P), fate toccare il bastoncino con l’esterno dell’occhio per sapere dove l’arco dovrà terminare.


Ora potete passare allo spinzettamento.

Se non avete preso la mano con questo metodo, potete segnare i punti che avete trovato con una matita bianca, giusto per avere dei puntini guida.

Ottenuta la forma perfetta, per enfatizzarle non vi servirà altro che una matita per sopracciglia o un ombretto e un pennello angolato per applicarlo (ricordate che l’ombretto deve essere opaco, altrimenti sembrereste glitterate come una stella di natale da supermercato).

Ora che avete delle sopracciglia invidiabili a incorniciarvi il viso, potete conquistare il mondo.

Peace

Ms Irene

mercoledì 8 agosto 2012

Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio


Questo post serve a darvi una mano per orientarvi nell’ immensa giungla del make up e per farvi capire, in base al tipo di occhio che avete, che make up è consigliabile per valorizzare il vostro sguardo panteroso e mettere da parte quello da mastino napoletano, che può venir fuori quando sbagliate il trucco degli occhi.

Ci sono davvero tante forme di occhi, qui scriverò le principali.

 OCCHI STANDARD

Caratteristiche: palpebre ben visibili con l’occhio aperto, non troppo vicini al naso o distanti da esso (per capire se i vostri occhi sono troppo vicini o lontani dal naso fate un semplice test: basterà misurare con indice e pollice la dimensione di un occhio e traslare le due dita tra i vostri occhi, le dita coprono lo spazio che separa gli occhi per avere un occhio ”standard”, se avanza spazio avete gli occhi distanti, se invece le dita sono già sulla palpebra, avete gli occhi vicini).
Questa forma di occhio è tremendamente versatile. Ci potete fare quel che vi pare, dipende da quel che più vi piace: trucco esplosivo e coloratissimo, da femme fatal, rock rebel. Insomma, avete carta bianca!



OCCHI A MANDORLA

Con questa forma di occhio si può fare davvero di tutto! La palpebra è caratterizzata da una superficie abbastanza piana(pensate agli occhi asiatici)che permettono estrema versatilità nel trucco: shimmer, mat, vinavil,super attack…metteteci su quel che volete!


OCCHI MATURI O CON PALPEBRA SUPERIORE CHE TENDE A COPRIRE LA MOBILE

È caratterizzato dalla “caduta” della parte superiore della palpebra su quella inferiore. Se avete questo tipo di occhio non temete, non dovete andare dal gommista per disperate gonfiatine dell’ultimo minuto! Siete MERAVIGLIOSE.E come diceva la Magnani al suo truccatore riguardo le rughe :”Non togliermele! Ci ho messo tutta una vita a farmele venire!”.
Se invece questa forma non è dovuta alla vostra età, ma è semplicemente la vostra forma di occhio, non disperate! Pubblicherò la foto di una ragazza(che ha gli occhi di questo tipo) che molte di voi adorano =)
Per quanto riguarda il trucco, quello che non bisogna mai fare è applicare sulla parte superiore della palpebra, quella che cala sulla palpebra mobile, un ombretto shimmer o attirerete ancora di più l’attenzione(principio della gazza: tutto quello che luccica, attira!).
È invece decisamente preferibile usare un ombretto matt sotto l’arcata sopraccigliare e usare lo shimmer per l’angolo interno dell’occhio, questo lo farà “aprire”.



OCCHI A SAETTA

Questi sono letali! Li ha qualunque donna quando vede una gatta morta che fissa il suo tipo. Non dovete imparare a truccarli perché non sono permanenti, giusto il tempo di trasformare la gatta morta in un tappetino 
per il bagno e vi ritornano normali!(Nella foto non ci sono saette,ma cavolo se rende!)



OCCHI VICINI

Riconoscibili perché gli occhi sono vicini al bordo del naso. In questo caso MAI  e dico MAI  usare toni scuri per truccare la parte  iniziare dell’occhio, o evidenzierete ancora di più i vostri occhi vicini e potreste avere l’effetto :”Ho qualcosa sul naso e lo sto fisando”
Tipo così insomma:


Dovreste invece usare colori chiari per quella zona, in modo da allontanare gli occhi e, nel caso degli smokey, allungate l’ombretto scuro verso l’esterno, in modo da creare un effetto ottico di allontanamento.



OCCHI LONTANI

Questo tipo di occhi tende ad avvicinarsi alle orecchie(quelli alla Kate Moss, per intenderci).Sono  abbastanza versatili, ma ricordate che più allungate verso l’esterno il vostro ombretto, più allontanerete gli occhi.
È quindi consigliabile ,in particolare per gli smokey, utilizzare il colore scuro già dall’attaccatura dell’occhio.



OCCHIO A SPIRALE

Questo vi viene quando studiate o lavorate troppo e state per arrivare all'esaurimento: chiudete quel libro/uscite dall’ufficio e svagatevi! Magari leggendo il mio blog :P



OCCHI CALANTI

Questo tipo di occhio ha gli angoli esterni rivolti verso il basso, facendovi sembrare un po’ faccino triste e malinconico, ma ecco qui la dritta: truccate tranquillamente il vostro occhio fermandovi giusto appena prima del punto in cui la piega dell’occhio inizia ad andare verso il basso, se usate trucchi scuri all’esterno dell’occhio tendete a fare in modo che “salgano verso l’alto” e applicate taaanto mascara, per avere un occhio da micette.


OCCHI A CUORICINO

Questi vi vengono quando vedete la borsa dei vostri sogni o c’è un soggetto di sesso maschile in avvicinamento. Non servono particolari attenzioni per truccarli, si valorizzano da soli =)



OCCHI INFOSSATI

Occhi intensamente sexy. Sono caratterizzati da un profondo solco fra palpebra mobile e fissa e una grande superficie di palpebra fissa. In questo caso con colori scuri applicati solo nella piega , e sapientemente sfumati verso la palpebra fissa, riuscirete ad evitare l’effetto “pugno in un occhio”.



OCCHI IMPORTANTI O SPORGENTI

Occhi grandi che sembrano quasi tendere all’esterno, rispetto al viso. Per minimizzare un occhio così importante la soluzione è molto semplice: basta preferire i toni matt a quelli shimmer, che altrimenti direbbero :”Ehi, guardami, guardami!”(ricordate la regola della gazza!),per il resto, potete truccarli come più preferite.



Spero di essere riuscita a inserirceli tutti.

Voi siete state in grado di trovare i vostri occhietti sbrilluccicosi? Fatemelo sapere!

Peace

Ms Irene

Nail art: 15 pennelli quasi al prezzo di uno


Ho deciso di scrivere questo articolo per le unghiomani…incallite =)
Detta così suona orribile, ma voglio consigliarvi due alternative economiche ai pennelli che si trovano nelle nostre profumerie.
Pensate che i saldi kiko in ambito di pennelli nail art siano vantaggiosi?
Aspettate di arrivare a fine articolo!

Il primo passo al risparmio è non avere preconcetti ed essere pronte a sperimentare.
Infatti le due soluzioni che sto per proporvi sono made in China, ma non è un trauma terribile da affrontare, se tenete conto che il 99% dei prodotti che usate non li fabbricano qui.
L’unica differenza è che in questo modo comprerete direttamente dalla Cina spendendo pochissimo.

Il primo sito da cui ho acquistato pennelli da nail art è stato born pretty store.
Sicuramente le più informate ne hanno sentito parlare.
Ho avuto modo di avere tutti per me( il mio tessshoro!)ben 15 pennelli da nail art a soli 4.74 dollari, che tradotti in euro sarebbero 3.84 euro.
Prezzo accattivante, no?
No! O meglio si, ma c’è dell’altro.
Se come me avete migliore fiuto di un cane da caccia, in fatto di affari shoppingosi, c’è un altro sito di cui vi voglio parlare.

Aliexpress è un sito dove varie aziende cinesi propongono i loro prodotti.
Lì ho trovato lo stesso set di 15 pennelli, identico, a  3.95 dollari, cioè 3.20 euro.
Lo so che la differenza non è tanta, ma è pur sempre un piccolo risparmio e avevo voglia di consigliarvi questo sito, sul quale sto facendo ottimi affari da qualche mese a questa parte in ambito di abbigliamento e accessori.

Su entrambi i siti non ci sono spese di spedizione, dovete solo aspettare una 20ina di giorni per la consegna del prodotto.

Se avete intenzione di ordinare da aliexpress, sarò ben lieta di darvi in maniera specifica delle dritte sui criteri di scelta dei venditori.

Vi lascio la foto del set di pennelli da me ordinata (una sola foto perché tanto i set sono identici,infatti entrambi contengono: 3 pennelli da drawing,7 da painting,2 liners,1 da dotting e 2 fun brush),i link dei siti e una foto di una facilissima nail art realizzabile in pochissimo tempo.

link:


pennelli:


nail art semplicissima, ma a mio avviso davvero carina:



Passaggi:
1.stendere la base(evita che l’unghia diventi di carta velina a furia di usare smalti).Io ho usato quella essence.Economica ed efficace

2.applicare lo smalto nero(quello usato da me è debby)
3.usare il dotting tool-pennello per fare i pallini-con lo smalto argentato(il mio è quello olografico di pupa 030)

Ora con tutti questi pennelli potete sbizzarrirvi e dar spazio alla fantasia!

Peace

Ms Irene

martedì 7 agosto 2012

Fondotinta: scongiuriamo il pericolo “carnevale”


Mi appresto a scrivere questo delicatissimo articolo in trasferta, da casa del signor Red, mentre lui si prepara a sonnecchiare.

Dico delicatissimo perché non so se vi è mai capitato, andando in giro, di vedere dei mostri metà donna e metà cioccolatino.
Sono quegli esseri che sembrano aver subito un trapianto di faccia, per quanto il colore della pelle del viso differisce da quella del collo. Insomma, le classiche tipe che sostengono che il colore del fondotinta deve essere più scuro per fare risaltare il viso. Dopo esservi disinfettate le orecchie per la cavolata che avete sentito, passate all’azione e lobotomizzatele. Lo so che questa non è una punizione sufficiente, ma da qualche parte bisogna pure iniziare!

Per voi, che siete delle fide lettrici, stenderò la lista delle tipologie di fondotinta, più qualche aiutino per sceglierlo e per farlo durare di più. È ora di diffondere certe perle di saggezza.


FONDOTINTA STICK

Uniscono le proprietà dei fondo cremosi e dei correttori e sono adatti per pelli normali e secche. Coprono bene i difetti, credo siano anche utilizzabili come malta per quanto sono efficaci!



FONDOTINTA LIQUIDI

Sono i più prezzemolini, nel senso che sono i più proposti. Ce ne sono di tantissimi tipi! Per pelli secche, miste, normali, grasse, mature, di daino…



FONDOTINTA IN CREMA

Copre benissimo i difetti ed è ideale per le pelli secche, se ce l’avete grassa evitatelo, o potreste sembrare  slaymer dei ghost busters.



FONDOTINTA IN POLVERE

Questo è adatto alle pelli grasse, promette di assorbire più olio di uno scottex. Purtroppo non tutti i tipi di fondo in polvere hanno lo stesso grado di coprenza. Neve ne ha proposto uno ad alta copertura. L’ho ordinato. Vi farò sapere che ne penso appena arriverà!





COME SCEGLIERE IL FONDOTINTA

Non lo provate sul dorso della mano!!Vi sembra che abbia lo stesso colore della vostra faccia?
I miei dorsi son di un colore più scuro del viso, sono quasi rossastri. Mi immaginate andare in giro per Lecce combinata come un pomodoro???
Applicatelo nella parte interna del polso o sul viso struccato, o il collo, ma non sul dorso della mano, ve lo proibisco!
È importante scegliere un colore che si adatti bene alla vostra pelle.
Se scelto più chiaro potreste sembrare la comparsa di Casper, se scelto più scuro potreste  sembrare reduci da un incidente da lampada, che vi ha coinvolto solo il volto.


COME APPLICARE IL FONDOTINTA
Ormai lo sapete i metodi sono tre: pennello, spugnetta e dita.(Ho provato a fare qualcosa di innovativo stendendolo con le ginocchia, ma non è andata a buon fine).
Mettete una piccola quantità di prodotto sulla mano(PICCOLA, ho detto PICCOLA! Che cos’è quello, il monte Pollino? O ti ci devi truccare tutto il corpo, o hai esagerato con la dose! Meglio metterne poco e poi replicare, che metterne troppo e sembrare piene di salsa senape, no?)e stendetela con l’aggeggio che più preferite(non il battipanni ragazze, quello usatelo dopo il tonico)


COME FAR DURARE IL FONDOTINTA
Un buon metodo è il primer, da applicare prima della stesura del fondo,  ma se non vi va di comprarne uno(e questo è un blog che vi invita sempre al risparmio)andrà benissimo anche la vostra crema viso.


PICCOLO GRANDE CONSIGLIO
Quello che forse non tutte sanno è che fondotinta e crema viso devono avere lo stesso tipo di ingrediente base per durare più a lungo!
Per capire quale è l’ingrediente base basta leggere il primo ingrediente dell’inci(ce ne sono a base di acqua, oli, siliconi...).
Se fondo e crema hanno ingredienti base diversi, rischierete che il fondotinta si stenda a chiazze (e non mi va che le mie lettrici vadano in giro come dalmata, non si sa mai che ci sia una Crudelia nelle vicinanze!)o che non duri affatto!

Detto questo, ora siete belle e cresciute, pronte a scegliere il vostro colore e tipo di fondo.

Se avete dubbi o credete abbia scritto solo una marea di cavolate, fatemelo sapere! Sono ancora in tempo per essere salvata, finché siamo tra di noi =D

Peace

Ms Irene

lunedì 6 agosto 2012

Pennelli : i necessari, i sostituibili e i brand salva tasche!


Sotto esplicita richiesta di un’amica inizio questo nuovo articolo(dovrei pubblicarli con meno frequenza, o inizierete a pensare che non ho vita sociale e ho un ragazzo immaginario)tutto dedicato ai pennelli.
Personalmente io di pennelli ne ho proprio parecchi!
Molti li ho acquistati singolarmente, invece altri li ho presi in set.
Il mio problema è che ho una vera mania per l’estetica e quando vedo qualcosa di esteticamente carino o peloso impazzisco!(Cattive, so già che state malignando sulla peluria che potrei avere dal ginocchio in giù, ma anche se vedo poco il mare, è pur sempre estate, quindi le mie gambe hanno un unico colore prevalente ora: il rosa =P).

Per evitare, sempre che non sia arrivata troppo tardi, che anche voi vi troviate con millanta pennelli, di cui poi usate sempre e solo i soliti 6, proseguite con la lettura del post, prima che le case cosmetiche mi costringano a chiudere il blog, perché consiglio (come direbbe la mia amica Silvia nel nostro dialetto)”roba schicchi a prezzu picchi”(cose chic a basso prezzo).


PENNELLO DA FONDOTINTA (sostituibile con: spugnetta[vedi primo art. del blog]o dita)

Ovviamente il pennello da fondo è quello che tra i tre metodi garantisce una copertura maggiore, ma richiede anche una applicazione più accurata, quindi se anche voi come me la mattina, per la fretta, fate colazione sul water mentre vi allacciate le scarpe e ripassate mentalmente il programma dell’esame ,oppure siete momentaneamente a corto di soldini, va benissimo una spugnetta o le vostre dita, che tra l’altro scaldano il fondo e permettono una migliore stesura.




PENNELLO DA CORRETTORE(sostituibile con dita o spugnetta)

Il pennello da correttore è particolarmente indicato per i correttori cremosi. Io ce l’ho, ma non lo uso praticamente mai. Quello che faccio è picchiettare il prodotto con le dita(visto che il mio correttore è in stick)e finisco prima. È importante picchiettare, invece di strisciare, perché le sgommate annullano tutta la vostra epopea per la copertura dell’occhiaia assassina!)



PENNELLO DA CIPRIA(sostituibile con: piumino)

MAI e dico MAI usare il pennello da cipria a modi “swiffer” : strisciandolo  sul viso fate venir via tutto il lavoro fatto con fondo e correttore! Quello che bisogna fare è tamponare(così si che viene via l’effetto patatina fritta dalla fronte!=D).In alternativa si può usare il piumino, ma ricordate, in entrambi i casi, di togliere via l’eccesso prima dell’applicazione. Non vorrete sembrare mica dei polverosi cimeli da museo!!



PENNELLI PER OCCHI

Di questi ce ne sono tantissimi, ma ve ne basteranno due,se proprio ci tenete: uno da applicazione e uno da sfumatura.
Quello da applicazione ha le setole più piatte e permette di applicare l’ombretto strisciandolo o picchiettandolo(in base all’intensità di colore che volete ottenere, insomma…se vi sentite Gwineth Paltrow o Madonna),mentre quello da sfumatura(blending brush) ha le setole più cicciotte e serve a sfumare un colore unico durante l’applicazione, o più colori assieme, dopo che sono stati applicati sull’occhio( questo pennello mi piace perché permette di correggere eventuali errori da applicazione ed evita che usciate di casa come se foste una bimba che ha provato i trucchi della mamma con risultato clownesco)

 
 (pennello da blendig e da applicazione)


PENNELLO DA BLUSH

Non fidatevi del nome, potete riciclarlo anche per la terra, purché la sappiate stendere bene e sappiate evitare l’effetto ”son caduta con la faccia nell’orto”.
Ragazze, qualsiasi cosa vi dicano le commesse, la terra non può essere usata  impunemente come fosse una cipria. Ok, serve a dare colore, ma deve essere messa nei punti giusti! Ora, so che è drastico, ma non voglio che nessuna di voi faccia mai questo errore, quindi condividerò due foto shock per farvi capire cosa rischiate. Se siete deboli di cuore, impressionabili o minorenni, NON GUARDATE !





Bene, ora che per la paura vi ho costrette ad andare in bagno e cambiare gli slip, passiamo al prossimo pennello.


PENNELLO DA LABBRA(sostituibile con: semplicemente non usatelo)

Permette una applicazione più duratura e precisa del rossetto, ma a meno che non vi piaccia ballare la break dance mentre vi truccate per cui non avete mano ferma con un lipstick in mano, ne potete fare benissimo a meno. Tanto, sia che lo usiate o meno, andrà comunque via dopo il primo “ciao” col vostro ragazzo, quindi portatevi un rossetto in borsa e risparmiate quei soldini per la pensione!



Per quanto riguarda i brand che consiglio, perché offrono un buon compromesso tra qualità e prezzo ci sono:
essence: inutile dirlo, la trovate da coin e oviesse. I suoi pennelli non sono affatto male
shaka: ha fatto una linea di pennelli da viaggio niente male, per 7 euro ve ne portate a casa 8, se proprio volete togliervi uno sfizio!(Li trovate da oviesse)
Elf: questi li amo! Le linee sono tre: la base, la studio e la minerale. La base permette di spendere 1.70 a pennello, mentre la studio 4.50.Quella minerale è venduta al prezzo di 6.50 euro a pennello. La maggior parte dei miei pennelli è della linea studio, ma ne ho provati di quella base (occhi e labbra) e mi sono piaciuti.

Vi SCONSIGLIO di prendere il set di pennelli completo della linea base: mia sorella lo ha fatto e ha trovato alcuni pennelli(quelli con le setole tendenti al rossiccio)troppo duri e quindi un po’ fastidiosi.(I pennelli elf [eyes lips face] sono ordinabili dal sito italiano dell’azienda).
Consiglio: questa azienda fa spesso saldi, quindi abbiate un po’ di pazienza e ve li porterete a casa scontati, come ho fatto io!=)


NOTA BENE, ANZI BENISSIMO: pennelli, spugnette e piumini devono essere lavati almeno una volta a settimana! È importante per non fare in modo che si riempiano di batteri! Immaginate che schifo campare una colonia di mostriciattoli a sei gambe tra le setole dei vostri pennelli!
Per farlo non serve comprare un detergente apposito, come molti consigliano.
Basta un semplice detergente intimo o uno shampoo delicato che non contenga troppi siliconi o petrolati (potete ad esempio usare il detergente intimo cien, che ha un ottimo inci [o anche un  altro, basta guardare cosa contiene, non serve vi fiondiate da lidl solo perché ve l’ho detto io]).

Dopo questa paternale in stile: ”lava sempre piedi e denti prima di fare la nanna”, direi che posso concludere qui il post e passare l’aspirapolvere, prima che i due castorini di polvere che vivono nella mia stanza(un giorno vi svelerò i loro nomi),prendano il sopravvento.

Voi per truccarvi cosa usate? A cosa non sapete rinunciare? E cosa per voi è inutile?
Lasciatemi un feedback, la vostra opinione è importante!

Peace

Ms Irene

Come fare la “NUDA” spendendo poco


Tutto il patatrac è iniziato da questa foto, trovata durante una navigazione in rete:




Forse qualche innocente lettrice non sa di che palette sto per parlare, ma sicuramente le più esperte hanno capito già dallo swatch comparativo, che la posta in gioco è alta e il bottino succulento e hanno gli occhi da maniaco ossessivo-compulsivo che ogni donna ha avuto, almeno una volta nella vita.
Pensate di essere immuni da questo fenomeno? E che faccia credete di avere quando vedete che gli stivali che avete corteggiato per tutto l’inverno , e che costavano 80 euro, ora scontati costano 20 e per di più c’è il vostro numero, quella posata di lady D?

No, tesore, la vostra faccia era circa tra così:




E così:


Ma ora passiamo alla palette!

Sto parlando della pluri pubblicizzata Naked  della Urban Decay, quella palettina rettangolare che ha le cialdine più strette del mignolo di mia cugina, ma il prezzo più largo della mia circonferenza fianchi.
Diciamoci la verità: ogni truccatrice stra seguita sul tubo ne ha una, se non più di una(la naked originale, la naked2, la naked la vendetta del fantasma formaggino, e così via).

Motivo per cui ci sentiamo tutte un po’ legittimate ad avercela, perché, come la spugnetta rosa, viene percepita come il santo graal per donne makeuppose. Arriviamo addirittura a comprarla tarocca a metà prezzo sui siti cinesi pur di dire: ”Io ce l’ho!”.
 Ora, tralasciando il fatto che molte la comprerebbero senza neppure leggere l’inci pur di avere lo stesso packaging (col rischio di farsi spuntare tre quattro branchie in faccia, da spacciare come l’accessorio moda dell’estate 2012),ne vale davvero la pena?

Ne vale davvero la pena, signori e signore makeup addicted della corte, quando l’azienda M.U.A. la propone con addirittura un nome affine(la palette si chiama undressed, giusto per farci capire ancora meglio che è un dupe)e, badate bene, non a 20 sterline, non a 15, non a 10, ma a…4???
In aggiunta spesso le  make up artist pixiwoo usano questo brand, e questo può essere una sorta di garanzia sul fatto che non sia una soluzione cascata giù dal retro di un furgone, con qualche scritta strana e magari fluorescenza notturna!=)

Io ho fatto il mio ordine su questo sito approfittando del fatto che fino alle 17.00 del 9 di agosto le spedizioni sono gratis e c’è anche lo sconto del 25% sul totale(min. ord. 10 sterline. Codice MUA25); l’ho fatto per togliermi un piccolo sfizio (perché alla fine non è che fosse necessaria: quanti acquisti che facciamo lo sono davvero? Almeno così spendo poco e mi sento meno in colpa). Purtroppo non mi è ancora arrivata, ma spero presto di potervi dare la mia opinione in merito e dirvi se mantiene le sue promesse. Intanto vi segnalo questa opzione economica, sperando che possa causare tanti faccini soddisfatti e sorridenti!
Peace
Ms Irene

domenica 5 agosto 2012

Cura del viso: consigli per una pelle di pesca o, se proprio non ci riuscite, un frutto a scelta…purché non scegliate i cachi!


Gentilissime miss, se la pelle del vostro viso, invece del culetto di un bambino, ricorda quello di un babbuino, allora forse è il caso di fare qualcosa!

Avere una bella pelle è molto facile: lava spesso il viso con un detergente delicato, usa la crema idratante, esfoliati, usa un buon contorno occhi, togli i punti neri coi cerottini, struccati sempre prima di andare a letto, mangia frutta e verdura, bevi tanta acqua, se ti esponi al sole usa una protezione, non dimenticare il tonico…EHI, UN ATTIMO!FRENA FRENA FRENA!!!! IO AVEVO SCRITTO CHE ERA FACILE!!!

Vediamo un po’ di sintetizzare o per lo meno, di toglierci lo sfizio di coccolarci un po’ ,senza necessariamente spendere tutti i nostri sudati risparmi.

Innanzi tutto il primo consiglio che vi do è quello di…fidarvi delle imitazioni!=D
Mi spiego meglio: il nome di un prodotto non è sempre indice della sua qualità!
La cosa più saggia da fare è iniziare a prendere un po’ confidenza con l’inci,cioè gli ingredienti che compongono i prodotti di bellezza che acquistiamo, facendo attenzione che i prodotti a “rischio radioattività” (siliconi, petrolati, paraffina) si trovino alla fine della lista o siano assenti.
Ora che lo sapete, se già non lo sapevate, scoprirete che ci sono tantissimi prodotti a bassissimo costo e di buona-media qualità.

Ma vediamo ora le alternative economiche ,o più economiche, che permettono le coccole cutanee.

LAVARE IL VISO:

il viso può essere lavato con un detergente delicato( vi consiglio quello della coop, linea vivi verde, che costa meno di molti altri suoi fratellini più famosi e ha un inci invidiabile, cioè non vi farà sembrare delle nonnine a 30 anni per tutte le schifezzoline che contiene!),oppure con un sapone per il viso(i provenzali ,ad esempio, ne ha sfornati tantissimi, sta a voi decidere quale vi ispira di più!)

TONIFICHIAMOCI:

Il tonico è quel prodotto che mira, dopo la sua applicazione, allo schiaffeggiamento controllato per tonificare la nostra pelle. Marchio consigliato? Sempre vivi verde coop. Vi consiglierò spesso, in questo articolo, questo marchio, e non perché mi paghino, sono l’ultimo anello della catena alimentare dei blogger,(praticamente sto scrivendo per me e per le due mie amiche che mi seguono =D)credo solo che, visto che sto facendo sentire la mia voce, sia il caso di farlo facendovi conoscere dei prodotti validi e a prezzi bassi.

SCRUB VISO:

La versione home made prevede intrugli a base di miele e zucchero, che non sono male.
Ci sono poi le alternative commerciali: io ho provato il tubetto di esfoliante dermolab al prezzo di 3 euro(versione piccola) e quello di deborah (circa 6 euro).Che dirvi…non aspettatevi miracoli: la pelle delle modelle è così solo perché loro usano prodotti  a base di photoshop, ma questi sono tuttavia prodotti delicati per risvegliare un po’ le nostre cellule

SCRUB LABBRA:

Questo per me è di vitalissima importanza! Ho un carattere così elettrico che le labbra non le mordo, le consumo! Senza contare che quando non ci vedo dalla fame non uso la fiesta, ma loro! Ora però lasciamo perdere queste mie manie di cannibalismo/vampirismo e passiamo a come fare lo scrub.
Fate molta attenzione perché è un procedimento complicatissimo e lungo. Le opzioni sono 2:
1.unire del miele e dello zucchero di canna e strofinarlo sulle labbra
2.usare il burro di cacao(magari uno con l’inci che non vi piace, così lo consumate, tanto poi lo sciacquate via)e lo zucchero di canna.
Per completare usate un buon burro di cacao, magari quello de i provenzali, o quello vivi verde, che costa meno!

ALTRI AGGEGGINI DA ESFOLIAZIONE E PULIZIA:

Esistono costosissime spazzoline da strofinarsi sul viso con setole in gomma o fibra.
Potete trovare anche alternative più economiche al supermercato, ma sapete che vi dico?
Andate sul sito mini in the box e cercatele lì!i prezzi son bassissimi e non ci sono spese di spedizione, sono solo un po’ lenti ad arrivare. Io per esempio ho trovato una spazzolina niente male per la pulizia del viso,di cui vi allego foto(ormai che so  come si fa, sono lanciatissima!)
Ultima ma ,non per importanza, la salvietta di microfibra! Pensate di esservi struccate bene? No no! lavate il viso e asciugatelo con questa salvietta(eurospin 1 euro il pacco da tre),ci lascerete dentro mezzo chilo di trucco!

IDRATAZIONE:

la pelle deve essere idratata e una buona crema viso, senza porcherie, aiuta. Cosa vi consiglio? Sempre i prodotti della linea vivi verde coop .Ci sono tre tipologie di crema, in base al vostro tipo di pelle(le hanno anche per le mani e per il corpo)

CONTORNO OCCHI:
Boicottando costosi contorni occhi petrolchimici, si possono trovare prodotti più innocui, dal punto di vista dell’inci da lidl. Parlo del contorno occhi iseree(unica pecca l’odore di grano, non piace a tutti) e di quello cien all’aloe.

STRUCCARSI:
è fondamentale struccarsi prima di andare a letto. Voi vi corichereste mai con le scarpe addosso? Si? E poi contate di trovare ancora i piedi il mattino dopo? Col viso è lo stesso! Il trucco non fa respirare la pelle, quindi occorre struccarsi prima di dormire! Ci sono vari tipi di struccante: in crema, bifasici, liquidi(ve ne parlerò più approfonditamente poi),ma quello che io consiglio è sempre quello della linea viviverde coop, che non brucia gli occhi ed evita i nodi, ah no!Quello era un’altra cosa=)

CEROTTINI PER IL NASO:
Questi con me funzionano! Nel cerottino rimane un tappetino di punti neri che mi fa capire che ho speso bene i miei soldini! Io consiglio quelli di essence, che non hanno un inci perfidissimo e costano molto meno di quelli nivea, che per inciso a me non tirano via nulla. Ogni confezione ne contiene tre.

Ora, non voglio che pensiate che tutto quello che ho scritto vada comprato necessariamente!
Considerate questo articolo come una guida agli acquisti, per sapere che esistono dei prodotti buoni che non costano un capitale!!!

Ecco le immagini di alcuni prodotti citati nell'articolo per aiutarvi a identificarli meglio.


linea vivi verde coop


saponette viso/corpo i provenzali


contorno occhi cien e iseree


spazzola esfoliante viso moolto economica =)

cerottini naso essence

esfolianti dermolab e deborah



I vostri feedback sono sempre graditi.

Peace
Ms Irene

Concealer, ovvero quello strano amico che ti salva dall’occhiaia assassina


Non so se per punizione karmica o per genetica, ma le mie occhiaie sono qualcosa di visibile da qui alla Papua Nuova Guinea! :S per questo motivo ho deciso di scrivere questo post sul correttore elencandone le tipologie e, successivamente, quelli che ho avuto modo di sperimentare.

1.Correttore in stick.
Il correttore in formato stick è piccolo, comodo e facile da applicare(cambio descrizione o vi sembrerà che stia parlando di un tampone intimo).Ha la forma di un rossetto ed è facilissimo da sfumare. La coprenza è abbastanza elevata: ci mascheri occhiaie, brufoli, cicatrici, gomito del tennista e alitosi.

2.Correttore liquido
Questo è il correttore che di solito si presenta in confezione simil lipgloss. È facile da stendere, ma fornisce una copertura leggera e quindi, se anche tu come me, volente o meno, sei iscritta al club”occhiaia da zombie” lascialo perdere e opta per  qualche altro prodotto(purtroppo preghiere e mazzette non funzionano: l’occhiaia rimane lì beffarda!)

3.Correttore a penna
Ultima novità recentemente esplosa. L’attuale tendenza del mercato è bombardarci con prodotti nuovi, tutti simili e di marche diverse(tipo 70 miliardi di bb cream).Estremamente pratico: sulle imperfezioni ci disegnate sopra! La copertura è generalmente leggera, quindi se questo prodotto basta a coprire le vostre occhiaie o le vostre imperfezioni, sappiate che vi odio =)

4.Correttore a matita.
Se prima vi ho parlato di quello a penna, mi sembra giusto farlo di quello a matita, per evitare che il club ”amici cartolai” ci rimanga male. Come dice la parola stessa, questo correttore ha la forma della matita e da qui le caratteristiche positive: applicazione precisa e…temperabilità =)

5.Correttore in crema
Questo correttore si applica con il pennellino, è ok se avete delle rughette, perché fornisce una buona copertura e non evidenzia troppo gli implacabili segni del tempo o dello stress, nel mio caso (sono la 22enne con più rughe intorno agli occhi che io conosca)

6.Correttore in polvere compatta
Questo ti prende in giro: è in polvere ma è compatto.Se te lo swatchi sul dito ti sembrerà quasi di aver usato uno stick. lo si può trovare in palettine che permettono di usare un colore solo o di mixarli insieme

7.Correttore in polvere libera
Esempio? Quello minerale. Ottimo inci, ma coprenza…beh se a voi basta, come sopra: vi odio =)


Ed ora passiamo nella parte più attiva dell’articolo: la mia impietosa descrizione di ciò che ho provato.
Tenente però conto del fatto che io ho delle occhiaie da studentessa universitaria; quindi se le vostre son più dolci e gentili con voi, o se vi svegliate come le modelle di victoria’s secret, un prodotto che io definisco ciofeca per il mio tipo di problema, per voi potrebbe essere perfetto!

-Inizio subito con tre correttori ELF, dei quali allego le foto, perché miracolosamente ho capito come si fa =D
 Il primo è quello liquido, nel tubettino con applicatore spugnettoso della linea base.
 La coprenza è bassina e che dire, è vero che il prezzo è 1.70 euro, ma potevano mettere un po’ più di  prodotto! l’azienda non gli sarebbe mica fallita!!!



INCI:
Aqua(Water), Paraffinium Liquidum (Mineral Oil), Octyl Palmitate, Petrolatum, Aluminum Starch Octenylsuccinate, Titanium Dioxide (CI 77891), Ceresin Wax, PEG-30, Dipolyhydroxystearate, Mica, Microcrystalline Wax, Propylene Glycol, Phenoxyethanol, Silica, Ascorbyl Palmitate , Methylparaben, Propylparaben, Iron Oxides(CI 77891 , CI 77892 , CI 77899)


 Secondo correttore: linea studio palettina con diversi toni di beige e in più rosa e verde(palettina corrective concealer e la versione erase e conceal-ne ho prese due-)
Questo l’ho comprato a 4 euro (ora costa 4.50) e che dire…potevo benissimo risparmiare quei soldini per il mio viaggio intorno al mondo !I colori sono duri, ma che dico…durissimi! Non li stendi nemmeno col rullo da pittura e, dopo 5 minuti buoni che ci smanetti, ti guardi la faccia  e noti che i difetti sono visibili esattamente come prima. Se l’avete acquistata vi consiglio di smaltirla usandola solo per le uscite in penombra, dove di voi si vede poco o nulla!


INCI:
Ethylhexyl Palmitate, Octyldodecanol, Mica, Candelilla Wax (Candelilla Cera), Synthetic Wax, Triacontanyl PVP, Cera Microcristallina (Microcrystalline Wax). May Contain: Iron Oxides (CI77491, CI77492, CI77499), Maganese Violet (CI77742), Titanium Dioxide (CI77891), Ultramarine Violet (CI77077).

Terzo correttore è quello della linea base versione stick.
Questo mi piace! Di prodotto non ce n’è molto (1.70 euro),ma cavolo…copre! Questo è il correttore che uso per la vita di tutti i giorni, quando le mie occhiaie non sono imbastardite per via del ciclo e devo ammettere che non è niente male, soprattutto considerando il prezzo e il fatto che ha un inci migliore di molti altri prodotti che costano di più. Lato negativo: puzzetta un po’ tra l’arancio e i sacchi di spazzatura(quelli neri)



INCI:

Ethylhexyl Palmitate, Ceresin Wax, Synthetic Beeswax, Bis-Diglyceryl Polyacyladipate-2, Microcrystalline Wax, Cetyl Alcohol, Methlyparaben, Microcrystalline Wax, Titanium Dioxide, Iron Oxides (CI 77491 , CI 77492 , CI 77499), Red No.27 Lake (CI 45410), Red No.40 Lake (CI 16035)


-Passo ora al correttore in crema nel trio di essence tre in uno,quello beige rosa e verde,dove tre in uno sta per:tre danni al posto di uno.
Il costo è di circa tre euro e a differenza di quello elf, non ci vuole l’intercessione divina per stenderlo, però…ragazze che inci! Una cosa simile farebbe venire l’asma anche al signor Kent!altro che kriptonite! Per metterlo k.o. spalmategli in faccia quel correttore! Petrolati, paraffine, la fame nel mondo…contiene di tutto! Io l’ho usato per coprire un brufolo e mi son ritrovata subito dopo: orsa maggiore, minore, base per altezza diviso due e tutta cassiopea!
Riassumo: QUESTO MAI Più!


INCI:
PARAFFINUM LIQUIDUM (MINERAL OIL),BIS-DIGLYCERYL POLYACYLADIPATE-2,SYNTHETIC WAX,CERESIN,ISOPROPYL LANOLATE,CANDELILLA (EUPHORBIA CERIFERA) WAX,CETYL ALCOHOL,STEARYL ALCOHOL,MYRISTYL ALCOHOL,CERA ALBA (BEESWAX),ISOPROPYL MYRISTATE,SILICA,MICA,MAY CONTAIN: CI 15850 (RED 6 LAKE/RED 7 LAKE),CI 42090 (BLUE 1 Lake), CI 47005 (YELLOW 10 LAKE), CI 77007 (ULTRAMARINES), CI 77491, CI 77492, CI 77499 (IRON OXIDES),CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE).

-Prossimo correttore è quello in stick di max factor.
Il prezzo è più alto dei precedenti(intorno ai 7 euro)e l’inci non è perfetto, ma cavolo! LUI SI CHE COPRE LE MIE OCCHIAIE RADIOATTIVE!
Io uso e abuso di correttore e questo fino ad ora non mi ha mai deluso=)


INCI:
Purtroppo l'ho cercato e...non lo trovo.Vedrò di scovarlo in profumeria.Sono sicura che non sia innocente, ma almeno non ha fatto su di me i danni di quello essence!!!

Il prossimo sulla lista dei correttori da provare è quello di debby in stick. Se copre come il max factor, mi converto a quello perché costa qualche euro di meno =)
Ps.se trovate quello in stick deborah del vostro colore, provatelo, non è male! Io purtroppo ho la pelle fantasmica e per trovare il mio colore di correttore devo organizzare pellegrinaggi in pulmino!
Questo per ora è tutto. Tenetemi aggiornata e fatemi sapere se avete sconfitto le vostre malefiche occhiaie!

Peace

Ms Irene