domenica 22 marzo 2015

Me Myself And Cosmetics e il mistero delle labbra alla Kardashian

Salve bellezze!
In molte avete dimostrato interesse per una foto pubblicata al scorsa settimana sulla pagina Facebook.
L’immagine metteva a confronto le mie labbra prima e dopo un misterioso e miracoloso trattamento che le aveva resa super voluminose, come fossero state ritoccate dalle esperte mani di un chirurgo.
È giunta l’ora di svelarvi il mistero. Tutto è iniziato dall'immagine di questo aggeggio che ho trovato su Instagram.



Il suo nome è Fullips e, un po’ come altri attrezzi già visti sul web e simili a pompette, promette di gonfiare le vostre labbra al modico prezzo di circa 20 dollari. L’account Instagram di questo prodotto mostrava le foto di molte utenti soddisfatte, così ho voluto provare io stessa cosa sarebbe successo a me ed ecco il risultato!



Io, però, non ho speso denaro per ottenere queste labbra. Mi è bastato usare il tappo della spuma ( quella Testanera, per dirla tutta).



L’effetto ottenuto è stato quello che avete visto sopra, ed è durato per circa un’ora( la durata dipende dalle nostre labbra). Unico lato negativo è il segno che il tappo della spuma lascia sulle vostre labbra dopo averlo tenuto lì per un paio di minuti. Ho provato ad ovviare all'inconveniente costruendo un cuscinetto ( potete provare con vari materiali: Das, colla a caldo o addirittura una chewing-gum, se non avete altro ) e, una volta asciutto, potreste addirittura dipingerlo o decorarlo per renderlo più carino.
Dal canto mio , per quanto mi sia divertita a usare questo metodo, non credo ricorrerò ancora a questo trucchetto, perché preferisco le mie labbra naturali, anche se, una volta ogni tanto, uno sfizio ce lo possiamo pure togliere!

Voto: 8/10

Fatemi sapere se questo metodo per voi ha funzionato!
Alla prossima!

Irene


sabato 24 gennaio 2015

Cerottini per il naso Make Me Pure di Debby: il verdetto finale


Salve a tutte, splendori!
Perdonate la mia assenza, ma a causa di mille impegni è stato impossibile scrivere quanto avrei voluto.
Torno in sella recensendovi un prodotto che ha incuriosito molte di voi e che è da poco sul mercato: parlo dei cerottini per punti neri Make Me Pure lanciati da Debby.





Come forse alcune di voi sapranno, sono ossessionata dai punti neri sul naso. Non che io ne abbia tanti, ma diciamo che è la prima cosa che noto nel mio interlocutore e, mentre per una persona normale un punto nero  è così



ai miei occhi risulta qualcosa di simile: un calderone enorme con qualcosa di purulento/ solidificato dentro. Un ORRORE!



Ero entusiasta di aver trovato questi cerottini, poiché spesso quelli di  Essence non vengono riassortiti.



Essendone rimasta sprovvista, ho ben pensato che quelli Debby ( che credo di aver pagato non più di tre euro) sarebbero potuti essere una valida alternativa.
La confezione contiene  4 cerotti, impacchettati singolarmente.



Il prodotto ricorda moltissimo quello Essence: ha perfino lo stesso odore. La forma è leggermente diversa, più squadrata, ma ben di adatta alla forma del naso.


Il tempo di applicazione richiesto è inferiore rispetto a quello dei cerotti concorrenti ( 10 contro 15 minuti), ma il risultato finale è tutt’altro che simile.
Ho già parlato del super power dei cerotti Essence, documentandolo anche in foto.
Questi Debby, purtroppo, tirano via solo qualcosina ( così piccola da essere quasi invisibile in foto); un po’ come facevano quelli di Nivea.



A malincuore devo riconfermare che i cerottini Essence ( più difficili da trovare del Graal) detengono ancora la prima posizione del podio.
Chiudo l’articolo chiedendovi scusa per avervi sottoposto a immagini così crude.

Voto:6/10

Li ricomprerei? Solo se non trovassi quelli Essence e fossi in seria emergenza.


Vi auguro un buon sabato e tanto shopping!

Irene

domenica 2 novembre 2014

VIP: Very Irish Products. Il mio shopping a Dublino.

Salve a tutte!
Scrivo con imperdonabile ritardo, ma solo ora, a causa un ginocchio dolorante che mi ha messa a letto, mi è stato possibile fermarmi per scrivere due righe.
Come forse alcune di voi sapranno, qualche settimana fa sono tornata da Dublino. Credo sia superfluo dire quanto mi sia divertita( oltre a essermi distrutta il ginocchio!). Dublino è una città meravigliosa, soprattutto per chi, oltre all'arte e alle attrazioni turistiche, mira allo shopping.

Le mie spese si sono concentrate principalmente presso Boots e Penneys, la versione irlandese di Primark( noto brand inglese). Ecco nel dettaglio tutti i miei acquisti.
Cominciamo con il make up. I prodotti che non mi son lasciata scappare sono:

due adorabili rossetti di Barry M ( presi da Boots a circa 4 euro)




uno è il bellissimo Genie, sul quale avevo messo gli occhi da un po’ e l’altro è un rossetto nero che io adoro, in quanto cremoso e molto scrivente.





Il mascara lashes go wild e un blush essence. Ho acquistato questi prodotti poiché in offerta a 1.19 euro( so che son reperibili anche qui, ma non costavano praticamente nulla e mi son lasciata tentare)





Un rossetto nero( acquistato prima di quello Barry M) da Claire’s a 3.50 euro circa
Questo prodotto è stato un vero flop: pessima scrivenza!



Entriamo ora nel vivo dello shopping con i prodotti acquistati da Penneys:

un cappellino di lana atmosphere a solo 2 euro



due paia di parigine di lana nere a tre euro



un paio di tronchetti neri, molto comodi a 18 euro



una caldissima sciarpona 7 euro circa, acquistata perché mi serviva qualcosa di caldo per una 
escursione



un top da palestra a 5 euro. Questo prodotto è adorabile: ottima vestibilità ed è inoltre traspirante( ascelle pezzate, addio!)



una maglietta effetto vintage in offerta a 2.50 euro e quattro paia di leggings neri in promozione allo stesso prezzo.



intimo taglio laser a vita alta a 7 euro, ottimo per i vestiti aderenti che fan notare tutto, ma proprio tutto!



una bat maglietta a sei euro



una maglia di viscosa atmosphere ( 8 euro)



inoltre ho comprato anche un claddagh ring ( in realtà me lo ha regalato il mio ragazzo), un altro anello(acquistato solo perché la ragazza che me lo ha venduto è stata gentilissima e mi dispiaceva non comprare nulla) e una profumatissima candela( fragranza:torta di compleanno!) acquistata in un 99 cents.






Questo è quanto. Se non fossi andata a Dublino con Ryanair, sicuramente avrei fatto il pieno con molte più cose.

Se foste interessate a un articolo su cosa vedere, dove alloggiare o andare a Dublino(spendendo poco) fatemelo sapere nei commenti!



Irene

sabato 11 ottobre 2014

IL BIO CHE TI LASCIA CON UN DUBBIO

Come potete notare dalla frequenza con cui scrivo sul blog, sono in vacanza J

Questo articolo è tutto incentrato su tre prodotti bio che uso per la mia base viso: il fondotinta Bourjois Bio Detox( colorazione 51), il correttore/matita di Lady Lya Biologica ( colorazione 436-purtroppo non avevano il 440-) e la cipria Essence, che credo ora non ci sia più(io ne avevo fatto scorta), Mattifying Compact Powder(07 translucent).

Ciò che più mi aveva attratto di questi tre prodotti era il loro inci e il loro prezzo abbastanza contenuto:la cipria mi è addirittura costata solo 1.19 euro!
Purtroppo però, non posso dire di aver trovato l’amore di tutta una vita con questi prodotti. Ecco perché: sebbene debba ammettere che dopo qualche mese di base viso bio la mia pelle presenti molti meno brufoletti e punti neri( anche quando era estate), questi prodotti non si sono dimostrati altamente performanti.



Il fondotinta:  l’ho preso da ebay e l’ho pagato circa 9 euro, sds incluse. Il colore è finalmente quello perfetto della mia carnagione, però non è semplice da stendere. Tende a solidificarsi molto rapidamente, per cui io lo stendo con le dita e lo sistemo con lo stipping brush di elf, poiché tende a lasciare degli aloni, va nelle pieghette e, se la pelle è secca, screpolata, o con crosticine, si nota tutto.



Il correttore: sulla pelle lascia un effetto che ricorda il cerone, va nelle pieghe degli occhi e non illumina minimamente lo sguardo. Inoltre, sebbene non faccia “effetto lucido” sulla pelle, si ha la sensazione di sudare in quella specifica zona. Vi sentirete un po’ una candela, insomma!



La cipria: ottimo inci, ma… polverosissima! Occorre stare attente quando la si stende, altrimenti, se ci date troppo dentro, rischierete di sembrare la soffitta impolverata di vostra nonna.

Lo so che ora starete pensando che la mia faccia, dopo il make up, sia  un mix tra tutte queste cose.






Non è proprio così. Quando uso un prodotto che ho scoperto non essere all'altezza delle mie aspettative,  trovo il modo per poterlo finire( buttarlo sarebbe uno spreco), tentando di ottenere sempre il risultato migliore.

Infatti, non uso mai il fondotinta senza prima aver applicato una crema viso idratante e levigante; lo applico con le dita e lo stipping brush; scaldo il correttore sulle dita e lo picchietto sull'occhiaia, in modo che il calore delle dita lo ammorbidisca un po’ e uso sempre poca cipria, scaricando il pennello prima di ogni applicazione.

Voti:
cipria: 4/10
correttore:3/10
fondotinta:5/10


Cosa ricomprerei? Nulla. Credo sia possibile trovare alternative migliori con qualche ricerca e un po’ di pazienza.

Irene

martedì 23 settembre 2014

Settembre. Prodotti corpo e hairstyle: i promossi e i bocciati

Salve ragazze!
Un post velocissimo, visto che tra qualche giorno sarò a Dublino e ancora devo iniziare a fare la valigia.
Vi commento velocemente i prodotti che con sforzo e impegno ho consumato questo mese, lasciando sotto a ogni foto un breve commento.
Iniziamo!

Questa è la classica lacca che ti arriva a casa quando dici a tua madre:" Mamma, mi compri la lacca?". Non mi ha colpita: rende i capelli crespi e appiccicosi e ho seri dubbi sulla sua azione di protezione del colore. La ricomprerei? NO


Con un prezzo che varia tra i tre e i quattro euro, questa crema non è male. Ammorbidisce i piedi, anche se l'assorbimento è lento( e l'inci non è verde, siete avvisate). Preferisco di gran lunga la versione "effetto talco" della stessa marca. La ricomprerei: FORSE


Questa maschera non mi dispiace affatto. Adoro il profumo, mi ricorda i canditi. La si trova spesso in offerta presso Acqua&Sapone e, anche se poco cremosa, è un buon impacco, anche se io ho finito per preferire la maschera Omia all'aloe. La ricomprerei? SI, se non trovassi la maschera di Omia


Ottimo shampoo, molto delicato e dall'ottimo profumo. Il prezzo è altino, intorno ai sei euro. L'ho usato solo perché è stato un regalo del farmacista. Se spendete molto per lo shampoo, ve lo consiglio, altrimenti... continuate ancora a cercare lo shampoo perfetto!


Speravo di aver trovato un'alternativa economica alle fiale Kerastase, ma che delusione! Ci ho messo molto a terminarle perché le ho odiate profondamente: puzzano di trucioli di matita, sono inefficaci e usandole mi son anche fatta un taglietto in testa. Scomodissimo il beccuccio in dotazione. Spesso in offerta da Acqua&Sapone a otto euro. Le ricomprerei? GIAMMAI!


Profumo fresco e talcato al tempo stesso. adoro questi bagnoschiuma( nelle stagioni estive opto sempre per profumazioni fresche, mentre per l'inverno mi sbizzarrisco con cioccolato, crema pasticcera, etc). Mi stupisco che questa linea sia così economica( da Acqua&Sapone il prezzo varia tra l'euro e gli 85 cent). Lo riacquisterei: SI!

Il mio vero e grande amore: prezzo basso, districante, profuma di cocco, inci accettabile... non potrei chiedere di meglio! Lo ricomprerei: TUTTA LA VITA

Bene, questo è quello che ho avuto modo di finire questo mese. Se vi interessa, ho intenzione di fare un post sulla mia esperienza con tre prodotti makeup bio. Fatemi sapere cosa ne pensate e quali sono i vostri prodotti preferiti per corpo e capelli.

Peace!

giovedì 18 settembre 2014

Beauty tips: piccole regole di bellezza

Inizia settembre e questo significa una sola cosa: iniziano le promesse.Sì, questo è il periodo in cui si promette di tutto: prometto di iniziare la dieta, di iscrivermi in palestra, di esfoliarmi una volta a settimana le cosce, di depilarmi nonostante non abbia un ragazzo dal 2006(sì, voglio farlo per me stessa), di rinnovare il guardaroba, di fare qualcosa per la pace nel mondo, di tagliare via i carboidrati e di non andare in giro coi baffetti alla Poirot.

Promesse che rimangono promesse, perché poi , dopo il primo esame o compito in classe, ci ritroviamo con la solita coda a cipolla, il pigiamone antistupro, una folta peluria che ci scalda le gambe e un’ endovena di cioccolata.



Qui vi propongo una via di mezzo, qualcosa tra “vita da divano” e wonderwoman. Ecco quindi qualche consiglio per essere presentabili  sfruttando un look fresco( che ci fa sembrare delle ragazzine), senza perdersi in estenuanti riti di bellezza che di sicuro faremmo non più di due volte.

CORRETTORE

Il correttore è un po’ come il colesterolo nel sangue: più ce ne è, peggio è. Per non sembrare dei panda al contrario, con tutte le rughette degli occhi in evidenza, applicate intorno agli occhi piccole dosi di correttore(liquido) picchiettandolo con l’anulare, in modo da ottenere il massimo della coprenza, col minimo uso di prodotto.

(un esempio di panda al contrario)


PRENDETEVI UNA PAUSA

A meno che la vostra routine non preveda sfilate e gala, date alla vostra pelle qualche giorno di riposo dal make up. Il trucco eccessivo, non solo vi fa sembrare uscite da Geordie shore, ma fa male alla pelle: ostruisce i pori favorendo la formazione di semafori lampeggianti in fronte e rendendovi delle oliere su gambe, senza parlare della formazione delle zampe di gallina ( e per quelle non c’è trattamento antirughe che aiuti).

SCEGLIETE COSA VOLETE VALORIZZARE

Finalmente è sabato sera. Volete sfogare nel vostro make up tutta la frustrazione settimanale, sentirvi delle gran fighe e darci dentro con gli shottini, lo capisco, ma per non sembrare delle peripatetiche, è bene scegliere un punto solo da valorizzare: se scegliete gli occhi, evitate colori sgargianti sulle labbra, o viceversa.



CAMBIARE FA BENE

Anche se un prodotto vi piace, è bene fornire al nostro corpo un po’ di alternative. Usate quindi diversi prodotti, cambiando ogni tanto shampoo, balsamo, dentifricio, bagnoschiuma etc… Il vostro corpo vi ringrazierà.

STRUCCATEVI

Sì, lo so, è noioso, però è importantissimo. Andare a dormire col trucco, non solo vi rovina il cuscino, ma vi martorierà la pelle! Ormai esistono tantissime alternative: panni in microfibra, salviette, oli, latte… non avete più scuse.



GUARDATEVI INTORNO

Prima di comprare un prodotto, per evitare i deludenti acquisti compulsivi, informatevi bene tramite internet , o meglio ancora, se una vostra amica lo usa, chiedetele di farvelo provare: niente è peggio dello scoprire che un osannatissimo ombretto in crema che vi è costato un botto va nelle pieghette!

PROTEGGETEVI

Ormai non son più gli anni’50, siamo tutti a conoscenza dei pericoli dell’esposizione al sole e non credo che nessuna di voi voglia arrivare ai 40 con le rughe dei 70, quindi perché non usare una crema con un filtro solare? D’estate per tutto il corpo, mentre d’inverno, se siete sensibili, solo per il viso.



COCCOLATEVI

Magari non una volta  a settimana, ma almeno una o due volte al mese, fate una maschera per il viso o uno scrub per eliminare un po’ di cellule morte. Se poi vi sentite ispirate, vi consiglio i cerottini per il naso di essence: a me han cambiato la vita =)



MANGIATE COL CERVELLO

L’abitudine migliore, per quanto riguarda la bellezza ( sebbene sia detto e stra detto, credo sia importante ripeterlo), è seguire una buona dieta. Con dieta non intendo che dovete morire di fame e mandar giù un grissino quando vi sentite svenire. Odio vedere su utube video su come perdere peso, con annesse improbabili diete da rivista settimanale: i nostri corpi sono diversi, metabolizzano il cibo in maniera differente, per cui gli unici che dovrebbero proporci dei piani alimentari sono gli specialisti. Quello di cui parlo io ora, è la corretta alimentazione:  bevete tanto( riuscite ad arrivare a due litri al giorno?), fate scorta di frutta e verdura e buttate via il cibo spazzatura( merendine, insaccati,fritture, etc).



ALLENATEVI

Ok, si promette di andare in palestra, ma alla fine non lo si fa. Questo era il passato. Ormai esistono programmi di allenamento personalizzato che vi tengono impegnate non più di 15 minuti. Sono addirittura reperibili sotto forma di applicazioni per smartphone. Quindi se non ce la fate con gli orari, potete ricorrere a questa soluzione.



Chiuderò con una domanda: quali sono le vostre promesse di settembre?


Irene